AMDR - it.LinkFang.org

AMDR




L'AMDR, acronimo di Acceptable Macronutrients Distribution Range, o tradotto in italiano come Range Accettabile nella Distribuzione dei Macronutrienti, è un sistema di raccomandazioni nutrizionali per identificare l'apporto di ideale dei macronutrienti (carboidrati, proteine, grassi) all'interno di un range variabile, per coprire il fabbisogno calorico quotidiano[1][2]. Questo può essere usato assieme alla Dose giornaliera raccomandata (RDA).

Ognuno dei tre nutrienti dal valore energetico contribuisce ad apportare una parte del fabbisogno calorico totale (conteggiato in chilocalorie) di una persona, e tali contributi variano in relazione alla loro distribuzione all'interno dell'apporto calorico. È stato determinato che una dieta che fornisce i macronutrienti nelle proporzioni all'interno di questo range variabile è in grado di fornire l'energia e i nutrienti adeguati, e riduce il rischio di malattie croniche[1][2].

Indice

Acceptable Macronutrients Distribution Range (AMDR)[3][4]


Adulti (>18 anni)

  • Carboidrati: 45-65% Kcal
  • Grassi: 20-35% Kcal
  • Proteine: 10-35% Kcal

Giovani (4-18 anni)

  • Carboidrati: 45-65% Kcal
  • Grassi: 25-35% Kcal
  • Proteine: 10-30% Kcal

Giovani (0-4 anni)

  • Carboidrati: 45-65% Kcal
  • Grassi: 30-40% Kcal
  • Proteine: 5-20% Kcal

Lipidi

L'apporto di lipidi, per tutte le età, viene ulteriormente suddiviso in:

  • Acidi grassi polinsaturi omega-6: 5-10% Kcal
  • Acidi grassi polinsaturi omega-3: 0,6-1,2% Kcal

*approssimativamente il 10% del totale può provenire da acidi grassi a catena lunga omega-3 e omega-6.

Ulteriori indicazioni

  • assumere meno fonti di colesterolo possibile;
  • assumere meno fonti di grassi trans possibile;
  • assumere meno fonti di grassi saturi possibile;
  • non assumere più del 25% dell'apporto energetico totale da zuccheri;

Esempio

In un ipotetico fabbisogno calorico di 2000 kcal per un adulto e la relativa quantità in grammi:

Note


  1. ^ a b Linda K. DeBruyne, Kathryn Pinna, Eleanor Noss Whitney. Nutrition & Diet Therapy . Cengage Learning, 2011. pp. 10. ISBN 0840049447
  2. ^ a b Jennifer J. Otten, Jennifer Pitzi Hellwig, Linda D. Meyers. Dietary Reference Intakes: The Essential Guide to Nutrient Requirements . National Academies Press, 2006. pp. 11. ISBN 0309100917
  3. ^ Institute of Medicine (Trumbo et al.) Dietary reference intakes for energy, carbohydrate, fiber, fat, fatty acids, cholesterol, protein and amino acids . J Am Diet Assoc. 2002 Nov;102(11):1621-30.
  4. ^ Dietary Reference Intakes for Energy, Carbohydrate, Fiber, Fat, Fatty Acids, Cholesterol, Protein, and Amino Acids (Macronutrients)

Voci correlate










Categorie: Nutrizione | Dietetica








Data: 21.05.2020 01:16:12 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.