Al-Amir bi-ahkam Allah - it.LinkFang.org

Al-Amir bi-ahkam Allah




al-Āmir bi-aḥkām Allāh (Arabo الآمر بأحكام الله; 10961130) è stato Imam/Califfo fatimide e 20º Imam dei Musta'liani.

Abū ʿAlī Manṣūr ibn Aḥmad, il cui laqab era al-Āmir bi-aḥkām Allāh (Colui che comanda per disposizioni di Dio), fu il 10º Imam/Califfo fatimide dal 1101 al 1130, riconosciuto come il 20° Imam dal movimento scismatico sciita ismailita mustaʿliano.

Come suo padre al-Mustaʿlī (1094–1101), al-Āmir era sotto la reggenza del potente wāṣita militare al-Afḍal b. Badr al-Jamālī (1094–1121) ed ebbe poche possibilità d'incidere sull'andamento della politica dell'impero di cui era il massimo esponente. Tuttavia, dopo il rovesciamento di al-Afḍal nel 1121 assunse progressivamente il controllo della complessa macchina amministrativa e militare dell'Imamato.

Il suo regno fu nondimeno caratterizzato dalla perdita di Tiro ad opera dei Crociati, mentre non si riusciva a comporre lo scisma che aveva contrapposto i Nizariti ai Mustaʿliani. Il conflitto anzi portò all'assassinio di al-Āmir nel 1130.

La sua morte accentuò il disordine istituzionale (ma anche economico-finanziario) in cui era piombato lo Stato, con la contrapposizione tra al-Hafiz, cugino di al-Āmir, giunto al potere, e i Ṭayyibī, che si richiamavano ad Abu l-Qasim Tayyib, il figlio di 4 anni di al-Āmir, considerato dai suoi seguaci il legittimo pretendente al trono fatimide.

Voci correlate


Controllo di autoritàVIAF (EN49085071  · ISNI (EN0000 0000 5484 2255  · LCCN (ENnr91031519  · WorldCat Identities (ENlccn-nr91031519








Categorie: Nati nel 1096 | Morti nel 1130 | Fatimidi | Imam fatimidi | Ismailismo | Storia dell'Egitto








Data: 21.05.2020 07:38:47 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.