Ammiraglio


Ammiraglio
Insegna di grado Marina Militare
Esercito Italiano Generale
Aeronautica Militare Generale
Grado inferiore: Ammiraglio di squadra con incarichi speciali
Codice NATO OF-10

Ammiraglio (dall'arabo amir al-bahr, أمير البحر, signore o principe del mare) è il grado apicale della Marina militare e il titolo (appellativo) cui ci si riferisce in senso formale (trattamento) a una figura delle forze armate che appartiene alla più elevata categoria degli ufficiali di varie marine militari e cioè quella degli ufficiali ammiragli. All'interno di questa categoria possono esserci più gradi, uno dei quali, in molte forze armate, è denominato ammiraglio, senza ulteriori specificazioni: si tratta di uno dei gradi più elevati, se non il più elevato. Nel linguaggio corrente, con ammiraglio si designa genericamente qualunque comandante di una forza navale.

Indice

Storia


La parola Ammiraglio deriva dal latino medievale Admiralis , admirallus . Questi stessi provengono dall'arabo amīr , o amīr al- ( أمير الـ ), "comandante di" o "principe di", come in amīr al-baḥr ( أمير البحر ), "comandante del mare" o "principe del mare". Il termine era in uso per i capi navali greco-arabi della Sicilia normanna, che in precedenza era stata governata dagli arabi, almeno all'inizio dell'XI secolo.

Il normanno Ruggero II di Sicilia (1095–1154), impiegò un cristiano greco noto come Giorgio d'Antiochia, che in precedenza aveva servito come comandante navale per diversi governanti musulmani nordafricani. Ruggero designò Giorgio come Emiro degli Emiri , cioè "Comandante dei comandanti", con il titolo che divenne latinizzato nel 13 ° secolo come ammiratus ammiratorum.

Dai siciliani si diffuse nel resto d'Europa. I francesi e gli spagnoli diedero ai loro comandanti di mare titoli simili mentre in portoghese la parola cambiò in almirante . Poiché la parola era usata da persone che parlavano lingue latine o latine, ottenne la "d" e subì una serie di diversi finali e ortografie che portarono all'ortografia inglese admyrall nel XIV secolo e ad admiral nel XVI secolo.

Gradi degli ufficiali ammiragli


Di solito i gradi di ammiraglio sono tre o quattro. Le denominazioni solitamente utilizzate sono in ordine ascendente:

Normalmente, tutti coloro che hanno i ranghi di contrammiraglio, retroammiraglio, viceammiraglio, ammiraglio, Grande ammiraglio e ammiraglio della flotta vengono colloquialmente indicati semplicemente con l'appellativo di "ammiraglio" indipentemente dal grado rivestito.

I gradi di ammiraglio corrispondono a quelli di generale delle forze armate di terra e delle forze aeree che adottano un sistema gerarchico mutuato dall'esercito, nonché a quelli di maresciallo dell'aria nell'aeronautica militare britannica e dei paesi che hanno adottato lo stesso sistema.

Italia


Nella Marina Militare i gradi di ammiraglio di divisione e ammiraglio di squadra sono conferiti solo agli ufficiali di stato maggiore (anche detti di vascello); gli altri corpi, i cosiddetti corpi tecnici (GN, Genio navale; AN, Armi navali) e gli altri corpi sanitari e amministrativi (MD, Medici; FM, Farmacisti; CM, Commissariato; CP, Capitanerie di porto) prevedono il grado di ammiraglio ispettore e ammiraglio ispettore capo. Solo gli ammiragli provenienti dal Corpo di stato maggiore sono designabili per la carica di capo di stato maggiore della Marina Militare o della Difesa. Gli ammiragli che arrivino ai vertici dei propri corpi raggiungono il loro massimo grado gerarchico di ammiraglio ispettore capo. L'indicazione del corpo di appartenenza di un ammiraglio è necessaria, a eccezione di quelli di stato maggiore per i quali non vi è possibilità di equivoco. Così, un ammiraglio ispettore del Genio navale si firmerà «Amm. Isp. (GN) ...».

In altre marine, ad esempio in quella britannica o in quella statunitense, per i corpi non di Stato Maggiore si adopera la notazione viceammiraglio medico oppure contrammiraglio commissario. Gli ammiragli sono al comando di unità navali complesse, divisioni, squadre, forze operative, o enti marittimi a terra ma con giurisdizione sul mare, dipartimenti e basi navali. Gli ammiragli possono essere posti a direzioni generali del Ministero della difesa, reparto Marina.

In Sicilia, nei secoli XIV e XV, esisteva il grado di grande ammiraglio, con un'autorità che si estendeva su tutti i corpi marittimi.

Gradi della Marina Militare

Nella Marina Militare Italiana si riconoscono i gradi di:

A questi gradi corrispondono una, due, tre o quattro stelle gialle a cinque punte nella speciale bandiera, detta insegna, che viene posta a bordo della nave, la nave ammiraglia, sulla quale è imbarcato l'ammiraglio e il suo stato maggiore e sulle spalline della divisa.

Un'ulteriore stella aggiuntiva spetta a un eventuale capo di stato maggiore della difesa se questi proviene dai ranghi della Marina. Tutti questi gradi sono caratterizzati dall'uso della cosiddetta greca.

Grado Distintivo per controspallina Distintivo per paramano o braccio Insegna
Ufficiali ammiragli
Ammiraglio
Bandiera del CSMD
Ammiraglio di squadra
con incarichi speciali

Bandiera navale del CSMM
Ammiraglio di squadra
Bandiera navale per ammiraglio di squadra
Ammiraglio di divisione
Bandiera navale per ammiraglio di divisione
Contrammiraglio
Bandiera navale per contrammiraglio

Gradi della Regia Marina

Nella Regia Marina precedentemente alla prima guerra mondiale i gradi erano quelli di contrammiraglio viceammiraglio e ammiraglio. Nella Real Marina del Regno delle Due Sicilie esisteva il grado di retroammiraglio, che dopo la Proclamazione del Regno d'Italia si è trasformato in contrammiraglio. Dopo la battaglia di Lissa il comandante della flotta italiana, ammiraglio Persano venne sottoposto a giudizio e privato del grado e per lungo tempo nessun ufficiale ricopri il grado di ammiraglio e pertanto viceammiraglio è stato a lungo il grado più alto della Regia Marina. Solamente al termine della prima guerra mondiale, con motu proprio dal Re Vittorio Emanuele III, il 6 novembre 1918 Paolo Thaon di Revel, comandante in Capo delle Forze Navali Mobilitate nel corso del conflitto e Capo di Stato Maggiore della Marina venne promosso al grado di ammiraglio.[2]

Nel corso della prima guerra mondiale venne creato nel 1918 il grado di sottoammiraglio, a livello gerarchico superiore al capitano di vascello e inferiore al contrammiraglio, omologo del grado di commodoro esistente in molte marine, grado che venne abolito con il regio decreto n. 2395 dell'11 novembre 1923, «Ordinamento gerarchico dell'Amministrazione dello Stato»[3] con cui assieme agli altri vertici delle forze armate del Regno i gradi degli ammiragli vennero modificati in ammiraglio (riservato solamente ai fuori quadro), viceammiraglio di armata, viceammiraglio di squadra, contrammiraglio di divisione e contrammiraglio.

Gradi degli ammiragli e corrispondenti dal 1861 al 1923
Ufficiali di vascello Ufficiali di altri ruoli e corpi
Grado Distintivo dal 1861 al 1878 Distintivo dal 1878 al 1918 Distintivo dal 1918 al 1923 Ufficiali del Corpo del Genio Navale Ufficiali macchinisti Ufficiali specialisti per le armi navali
(dal 1918[4] al 1919[5])
Ufficiali del Corpo Sanitario Ufficiali del Corpo del Commissariato Distintivo
(sottopannatura rossa a titolo esemplificativo)
Grado equivalente
ammiraglio
vice ammiraglio
(dal 1861 al 1878)

(dal 1861 al 1913)

(dal 1861 al 1918)

(dal 1861 al 1875[6])

(dal 1861 al 1875[6])
ispettore generale delle costruzioni navali
(dal 1878 al 1904)
medico ispettore generale
(dal 1875 al 1904)
ispettore generale
(dal 1875 al 1904)
tenente generale
(dal 1904 al 1923)
tenente generale macchinista
(dal 1913 al 1923)
tenente generale
(dal 1918 al 1919)
tenente generale medico
(dal 1904 al 1923)
tenente generale commissario
(dal 1904 al 1923)
contrammiraglio
o contro ammiraglio
ispettore delle costruzioni navali
(dal 1861 al 1904)

(dal 1861 al 1897)

(dal 1861 al 1918)

(dal 1861 al 1875)

(dal 1861 al 1887)
macchinista ispettore
(dal 1897 al 1904)
medico ispettore
(dal 1875 al 1904)
ispettore
(dal 1887 al 1904)
maggiore generale
(dal 1904 al 1923)
maggiore generale macchinista
(dal 1904 al 1923)
maggiore generale
(dal 1918 al 1919)
maggiore generale medico
(dal 1904 al 1923)
maggiore generale commissario
(dal 1904 al 1923)
sotto ammiraglio brigadiere generale
(dal 1918 al 1923)
brigadiere generale macchinista
(dal 1918 al 1923)
brigadiere generale
(dal 1918 al 1919)
brigadiere generale medico
(dal 1918 al 1923)
brigadiere generale commissario
(dal 1918 al 1923)

Nel 1924 venne istituito con regio decreto n. 1908 del 4 novembre il titolo onorifico di Grande ammiraglio conferito unicamente all'ammiraglio Paolo Thaon di Revel, con distintivo stabilito con foglio d'ordini del 26 marzo 1925. Il titolo era omologo a quello di maresciallo d'Italia del Regio Esercito e di maresciallo dell'aria della Regia Aeronautica, titoli tutti abrogati poi nel 1948.

Ufficiali ammiragli e corrispondenti dal 1923 al 1926
Ufficiali di vascello Ufficiali di altri ruoli e corpi
Grado Distintivo dal 1923 al 1926 Ufficiali del Corpo del Genio Navale Ufficiali macchinisti Ufficiali del Corpo Sanitario Ufficiali del Corpo del Commissariato Ufficiali del Corpo delle capitanerie di porto Distintivo
(sottopannatura rossa a titolo esemplificativo)
Grado equivalente
ammiraglio
(solo fuori quadro)
vice ammiraglio di armata
vice ammiraglio di squadra generale ispettore
delle costruzioni navali
generale ispettore
macchinista[7]
generale ispettore
medico
generale ispettore
commissario
generale ispettore
di porto
contrammiraglio di divisione tenente generale
delle costruzioni navali
tenente generale
macchinista
tenente generale
medico
tenente generale
commissario
tenente generale
di porto
contrammiraglio maggiore generale
delle costruzioni navali
maggiore generale
macchinista
maggiore generale
medico
maggiore generale
commissario
maggiore generale
di porto

Nel 1926 si ebbe il riordino dei gradi della forza armata con titoli designanti gli incarichi degli ufficiali ammiragli: contrammiraglio, ammiraglio di divisione, ammiraglio di squadra, ammiraglio d'armata. Nel 1926 con Legge n. 1178 dell'8 giugno, «Organizzazione della Marina», recepita con foglio d'ordini nº 168 del 23 luglio 1926, le denominazioni degli ammiragli vennero ulteriormente sostituite da: grande ammiraglio, ammiraglio d'armata, ammiraglio di squadra, ammiraglio di divisione, contrammiraglio. Nel 1932 con Legge del 30 maggio, recepita con foglio d'ordini nº 141 del 21 giugno, venne istituita la carica di ammiraglio di squadra designato d'armata, con distintivo, insegna e onori uguali a quelli degli ammiragli d'armata. I dettagli del grado vennero meglio precisati nel 1942.[8] I distintivi di grado degli ammiragli d'armata furono successivamente modificati nel 1934[9] che divennero corrispondenti a un giro di bitta, due binari e una greca uguali al grado di ammiraglio.

Il grado di ammiraglio d'armata, pur non essendo mai stato ufficialmente abrogato, non viene più assegnato dalla fine della seconda guerra mondiale.

Grado Distintivo per controspallina Distintivo per paramano o braccio Insegna e onori
Ufficiali ammiragli
Grande ammiraglio
(titolo onorifico)

alla maestra
Salve: 19
Squilli: 3
Ammiraglio d'armata
alla maestra
Salve: 19
Squilli: 3
Ammiraglio di squadra designato d'armata

1932-1942

1942[8]-1946

al trinchetto
Salve: 17
Squilli: 3
Ammiraglio di squadra
alla maestra
Salve: 19
Squilli: 3
Ammiraglio di divisione
alla maestra
Salve: 15
Squilli: 2
Contrammiraglio
alla maestra
Salve: 13
Squilli: 2

Nel mondo


Francia

Istituito nel XIII secolo, il grado francese di grande ammiraglio (denominato anche ammiraglio di Francia) fu una carica molto importante, divenuta col passare dei secoli più onorifica che tecnica. Si ricordano, tra i più famosi, Aitone Doria, insignito nel 1339, Jean de Vienne (1373), Gaspard de Châtillon (1552).

Questa carica fu eliminata da Richelieu nel 1627 e poi ristabilita da Colbert. Dopo il 1870 non si ebbero comunque più titoli di grande ammiraglio e solo nel 1939 fu insignito François Darlan con lo speciale grado di ammiraglio della flotta. In totale gli ammiragli di Francia sono stati 72.

Regno Unito

Lo stesso argomento in dettaglio: Ammiragliato (Regno Unito).
Admiral

controspallina e distintivo per paramano
Insegna di grado Royal Navy
Istituzione 1224
British Army General
Royal Marines General
Royal Air Force Air chief marshal
Grafo inferiore:
Grado superiore:
Vice-admiral
Admiral of the Fleet
Codice NATO OF-9

Nel Regno Unito, l'ammiragliato è stato fino al 1964 il ministero della Marina con un proprio organo direttivo (formato sin dal 1947) composto da 5 ammiragli che hanno il titolo di sea lord (signore del mare), coadiuvati da un segretario, da un Lord civile e con a capo il First Sea Lord, il Primo lord del mare, il più anziano tra i cinque Sea Lord. Un ammiraglio celebre fu Robert Blake.

Nell'ambito della Royal Navy britannica, è un rango corrispondente al codice NATO OF-9, inferiore solo a quello di ammiraglio della flotta.

Storia

Re Edoardo I d'Inghilterra nominò il primo ammiraglio inglese nel 1297 quando concesse a Guglielmo di Leyburn il titolo di "ammiraglio del mare del Re d'Inghilterra". L'incarico non deve essere confuso con l'incarico di ammiraglio d'Inghilterra o lord grand'ammiraglio che è un incarico moderno di responsabilità all'interno della marina inglese.

Sin dal XVI secolo, la Royal Navy dispone inoltre di viceammiragli e contrammiragli. Le distinzioni tra i vari gradi consistono come nell'esercito nell'assegnazione di un dato numero di navi al comando: un ammiraglio comanda un'intera flotta, mezza flotta viene retta da un vice ammiraglio mentre il contrammiraglio guida le navi di supporto.

Nel corso dell'epoca elisabettiana la flotta inglese crebbe largamente al punto da poter essere per la prima volta organizzata in squadroni. Lo squadrone ove si trovava l'ammiraglio comandante issava la Red Ensign, quello dove si trovava il vice ammiraglio issava la White Ensign e infine quello del contrammiraglio la Blue Ensign. Con la crescita degli squadroni, ciascuno comandato da un ammiraglio (con un vice ammiraglio e un contrammiraglio al comando delle varie sezioni interne) il rango ufficiale divenne admiral of the white, ecc.

I ranghi degli squadroni, in ordine di rosso, bianco e blu, riportano la seguente classificazione:

  1. Admiral of the red (ammiraglio della flotta)
  2. Admiral of the white
  3. Admiral of the blue
  4. Vice admiral of the red
  5. Vice admiral of the white
  6. Vice admiral of the blue
  7. Rear admiral of the red
  8. Rear admiral of the white
  9. Rear admiral of the blue

La promozione ai ranghi superiori veniva accordata per anzianità di servizio e il rango era concesso a vita e pertanto l'unico modo per poter accedere a una carica superiore era la morte o l'abbandono del proprio predecessore (storicamente questo creò dei seri problemi quando l'ammiraglio della flotta Provo Wallis superò il suo centesimo compleanno). In caso di ammiragli ritiratisi o a mezza paga, questi venivano definiti yellow admiral in quanto la loro insegna era gialla.[10]

Durante l'Interregno, il rango di ammiraglio venne rimpiazzato da quello di generale del mare.

Nel XVIII secolo, gli originali nove ranghi cominciarono a essere ricoperti da più di un uomo per ogni rango e rimase unico quello di Admiral of the red che ottenne di fatto la qualifica di ammiraglio della flotta. L'organizzazione della flotta in squadroni colorati venne abbandonata nel 1864 e i ranghi classici vennero ristabiliti allo stato attuale. Attualmente la Red Ensign è utilizzata dalla marina mercantile inglese, la White Ensign divenne la bandiera ufficiale della Royal Navy e la Blue Ensign venne riservata alle riserve o ai vascelli ausiliari.

Nel XIX secolo la marina inglese mantenne inoltre il rango di ammiraglio del porto (port admiral), un capitano veterano che prestava servizio come comandante di un porto con l'incarico di salvaguardia, riparazione e mantenimento delle navi ivi ancorate. In questo senso l'incarico più rilevante della sezione era quello di "port admiral" di Portsmouth, città considerata il principale porto della Royal Navy.

Nel 1996 il rango di Ammiraglio della Flotta venne abolito in tempo di pace, con l'eccezione dei membri della famiglia reale inglese. A ogni modo, gli ammiragli di flotta nominati in tempo di guerra continuano a portare il titolo a vita. I nomi di red admiral, white admiral, blue admiral e yellow admiral sono stati anche utilizzati successivamente per indicare delle specie di farfalle, rispettivamente Vanessa atalanta, Limenitis camilla, Kaniska canace e Vanessa itea.

Gradi e bandiere personali

Gli attuali ranghi della Royal Navy sono Contrammiraglio, Vice Ammiraglio, Ammiraglio e Ammiraglio della Flotta. Tutti gli ammiragli, oltre alla bandiera nazionale, portano sulle loro navi una bandiera personale diversificata a seconda del rango:

Paesi Bassi


Nella Marina Reale dei Paesi Bassi il grado di ammiraglio è solamente onorario in quanto non viene più usato dal 1956 ed è riservato solamente ai principi della Casa d'Orange-Nassau o al sovrano e corrisponde al grado di Grande ammiraglio o di ammiraglio della flotta. Il grado più alto di fatto è tenente-ammiraglio.

Note


  1. ^ Ufficiali Ammiragli - Marina Militare , su www.marina.difesa.it. URL consultato il 28 luglio 2015.
  2. ^ Pier Paolo Ramorino, La Regia Marina tra le due guerre mondiali, in Supplemento a Rivista marittima, settembre 2011, p. 7.
  3. ^ Distintivi di grado specificati con foglio d'ordini del 7 dicembre 1923
  4. ^ Decreto luogotenenzale del 18 febbraio 1918.
  5. ^ Regio decreto nº 1513 del 25 agosto 1919.
  6. ^ a b Regio decreto nº 2618 del 29 giugno 1875
  7. ^ Regio decreto nº 2395 dell'11 novembre 1923
  8. ^ a b Allegato al foglio d'ordini del 22 settembre 1942.
  9. ^ Foglio d'ordini nº 17 del 20 gennaio 1934.
  10. ^ N.A.M. Rodger (2004) The Command of the Ocean: A Naval History of Britain 1649-11815 London, Allen Lane, 325-6

Voci correlate


Altri progetti


Collegamenti esterni


Forze armate italiane – Gradi degli ufficiali
codice

NATO[1]


Esercito Italiano (gradi)

Marina Militare (gradi)

Aeronautica Militare (gradi)

Arma dei Carabinieri (gradi)
OF-10 generale[2] ammiraglio[2] generale[2] non previsto
OF-9 generale di corpo d'armata
con incarichi speciali
ammiraglio di squadra
con incarichi speciali
generale di squadra aerea
con incarichi speciali
generale di corpo d'armata
comandante generale
OF-8 generale di corpo d'armata
(tenente generale)[3]
ammiraglio di squadra
(ammiraglio ispettore capo)[3]
generale di squadra aerea
(generale ispettore capo)[3]
generale di corpo d'armata
OF-7 generale di divisione
(maggior generale)[3]
ammiraglio di divisione
(ammiraglio ispettore)[3]
generale di divisione aerea
(generale ispettore)[3]
generale di divisione
OF-6 generale di brigata
(brigadier generale)[3]
contrammiraglio generale di brigata aerea
(brigadier generale)[3]
generale di brigata
OF-5 colonnello capitano di vascello colonnello colonnello
OF-4 tenente colonnello capitano di fregata tenente colonnello tenente colonnello
OF-3 maggiore capitano di corvetta maggiore maggiore
OF-2 primo capitano[4]
capitano
primo tenente di vascello[5]
tenente di vascello
primo capitano[4]
capitano
primo capitano[4]
capitano
OF-1 tenente sottotenente di vascello tenente tenente
sottotenente guardiamarina sottotenente sottotenente
OF-D nessun grado equivalente aspirante guardiamarina nessun grado equivalente nessun grado equivalente
/ nessun grado equivalente nessun grado equivalente aspirante ufficiale nessun grado equivalente
/ allievo ufficiale[6] allievo ufficiale[6] allievo ufficiale[6] allievo ufficiale[6]
Note:
  1. ^ STANAG 2116: codici per i gradi del personale militare (edizione 6 del 25 febbraio 2010).
  2. ^ a b c Grado riservato al Capo di stato maggiore della difesa.
  3. ^ a b c d e f g h Gradi riservati agli ufficiali di alcuni corpi tecnici e logistici.
  4. ^ a b c Qualifica poco utilizzata, riservata ai capitani con 12 anni di anzianità nel grado non promossi a maggiore.
  5. ^ Qualifica poco utilizzata, riservata ai tenenti di vascello con 12 anni di anzianità nel grado non promossi a capitano di corvetta.
  6. ^ a b c d L'allievo ufficiale è inquadrato come militare di truppa.
gradi dei sottufficiali →
Controllo di autoritàThesaurus BNCF 49210  · LCCN (ENsh85000927  · GND (DE4141435-4









Categorie: Gradi di marina | Ammiragli




Data: 10.05.2021 11:54:41 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.