Benjamin Hederich - it.LinkFang.org

Benjamin Hederich




Benjamin Hederich (Geithain, 12 dicembre 1675Großenhain, 18 luglio 1748) è stato un latinista, grecista e lessicografo tedesco.

Indice

Biografia


Figlio del pastore luterano Wolfgang Hederich (1632-1682), diacono di Geithain[1], Benjamin Hederich frequentò dapprima il Gymnasium St. Augustin di Grimma e successivamente le università di Wittenberg e di Lipsia. Conseguita la laurea magistrale a Wittenberg nel 1696[1], per cinque anni svolse a Wittenberg l'attività di "informator" (insegnante privato)[2]. Nel 1702 divenne insegnante di latino e greco al "Kloster St. Johannes der Täufer auf dem Berge", un'istituzione religiosa nei pressi di Magdeburgo, e nel 1705 divenne direttore delle scuole di Großenhain, località in cui rimase per il resto della sua esistenza[3]. Sebbene dedicasse all'insegnamento dalle sei alle sette ore al giorno, Hederich si dedicò nel tempo libero alle attività di tipo erudito nell'ambito della cultura classica[4], in particolare alla compilazione di vocabolari (latino-tedesco[5]; greco-tedesco[6]) e di dizionari enciclopedici fra i quali un noto dizionario di mitologia classica[7] che lo rese famoso anche oltre i confini della Germania soprattutto dopo la revisione dell'opera curata da Johann Joachim Schwabe nel 1770[8]; il Gründliches lexicon mythologicum fu infatti ampiamente utilizzato, fra gli altri, da Goethe[9] e da Kleist[10].

Opere (selezione)


Note


  1. ^ a b Brigitte Emmrich.
  2. ^ Heinrich Kämmel, p. 221.
  3. ^ Heinrich Kämmel, pp. 221-22.
  4. ^ Heinrich Kämmel,  p. 222.
  5. ^ Vocabolario Latino-Tedesco.
  6. ^ Vocabolario Greco-Tedesco.
  7. ^ Gründliches lexicon mythologicum, ed. 1724.
  8. ^ Gründliches lexicon mythologicum, ed. 1770
  9. ^ Matthias Buschmeier, Poesie und Philologie in der Goethe-Zeit: Studien zum Verhältnis der Literatur mit ihrer Wissenschaft, Tübingen, Niemeyer, 2008, p. 182, ISBN 978-3484181854
  10. ^ Alessandro Fambrini, Premessa , in Italo Alighiero Chiusano (a cura di), Kleist, Tutti i racconti, traduzione di Ervino Pocar, Firenze, Giunti, 1995, pp. 195-96, ISBN 88-09-20536-7, SBN IT\ICCU\RAV\0250620 . URL consultato il 24 aprile 2017.
  11. ^ (DE) Benjamin Hederich, Gründliches mythologisches Lexikon, Neusatz und Faksimile , su zeno.org. URL consultato il 20 maggio 2017.
  12. ^ Google libri

Bibliografia


Altri progetti


Collegamenti esterni


Controllo di autoritàVIAF (EN27141348  · ISNI (EN0000 0001 1023 1206  · LCCN (ENn88645910  · GND (DE11888381X  · BNF (FRcb123515040 (data)  · BNE (ESXX1664694 (data)  · CERL cnp01921038  · WorldCat Identities (ENlccn-n88645910



Categorie: Latinisti tedeschi | Grecisti tedeschi | Lessicografi tedeschi | Nati nel 1675 | Morti nel 1748 | Nati il 12 dicembre | Morti il 18 luglio



Sorgente: Wikipedia - https://it.wikipedia.org/wiki/Benjamin Hederich (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0


Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.


Data: 22.05.2020 05:27:44 CEST - Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.