CCL19


Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La chemochina CCL 19 è una proteina che negli esseri umani è codificata dal gene CCL19. Questo gene è uno di numerosi geni localizzati sul p-braccio del cromosoma 9 che codificano per il cluster delle citochine CC.[1][2]
Le citochine sono una famiglia di proteine che vengono secrete e coinvolte nei processi infiammatori ed immunoregolatori. Le citochine CC sono proteine caratterizzate da due cisteine adiacenti. La citochina codificata da questo gene può giocare un ruolo nel normale ricircolo dei linfociti. Essa svolge anche un ruolo importante nel movimento delle cellule T nel timo, e nella migrazione delle cellule T e delle cellule B negli organi linfatici secondari.
La chemochina CCL 19 si lega in modo specifico al recettore per le chemochine CCR7.

La chemochina ligando 19 (CCL19) è una piccola citochina appartenente alla famiglia delle chemochine CC che è nota anche come chemochina ligando EBI1 (ELC) e proteina macrofagica infiammatoria 3-beta (MIP-3-beta). CCL19 è espressa abbondantemente nel timo e nei linfonodi, mentre i suoi livelli nella trachea e nel colon sono moderati, decisamente più bassi nello stomaco, piccolo intestino, polmone, rene e milza.[1]
Il gene per il CCL19 si trova localizzato sul cromosoma 9 umano.[3]
Questo chemochina provoca i suoi effetti sulle sue cellule bersaglio legandosi al recettore della chemochina chiamato CCR7.[1] CCL19 si dimostra in grado di attirare alcune cellule del sistema immunitario, comprese le cellule dendritiche e l'antigene legato alle cellule B,[4][5] e le cellule T della memoria CCR7 +.[6]

Note


  1. ^ a b c Yoshida R, Imai T, Hieshima K, et al., Molecular cloning of a novel human CC chemokine EBI1-ligand chemokine that is a specific functional ligand for EBI1, CCR7, in J. Biol. Chem., vol. 272, n. 21, maggio 1997, pp. 13803–9, PMID 9153236.
  2. ^ Entrez Gene: CCL19 chemokine (C-C motif) ligand 19 , su ncbi.nlm.nih.gov. URL consultato il 22 giugno 2012.
  3. ^ Rossi DL, Vicari AP, Franz-Bacon K, McClanahan TK, Zlotnik A, Identification through bioinformatics of two new macrophage proinflammatory human chemokines: MIP-3alpha and MIP-3beta, in J. Immunol., vol. 158, n. 3, febbraio 1997, pp. 1033–6, PMID 9013939.
  4. ^ Robbiani DF, Finch RA, Jäger D, Muller WA, Sartorelli AC, Randolph GJ, The leukotriene C(4) transporter MRP1 regulates CCL19 (MIP-3beta, ELC)-dependent mobilization of dendritic cells to lymph nodes, in Cell, vol. 103, n. 5, novembre 2000, pp. 757–68, PMID 11114332.
  5. ^ Reif K, Ekland EH, Ohl L, et al., Balanced responsiveness to chemoattractants from adjacent zones determines B-cell position , in Nature, vol. 416, n. 6876, marzo 2002, pp. 94–9, DOI:10.1038/416094a , PMID 11882900.
  6. ^ Bromley SK, Thomas SY, Luster AD, Chemokine receptor CCR7 guides T cell exit from peripheral tissues and entry into afferent lymphatics , in Nat. Immunol., vol. 6, n. 9, settembre 2005, pp. 895–901, DOI:10.1038/ni1240 , PMID 16116469.









Categorie: Sistema immunitario




Data: 05.10.2021 10:35:21 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.