Coldingham - it.LinkFang.org

Coldingham




Coldingham
località
La via principale di Coldingham
Localizzazione
Stato Regno Unito
    Scozia
Area di consiglioScottish Borders
Territorio
Coordinate
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+0
Cartografia

Coldingham è un villaggio storico del Berwickshire, nello Scottish Borders, sulla linea costiera sudorientale della Scozia, a nord di Eyemouth.

Indice

Storia


Già nel 660 Coldingham divenne località d'insediamenti religiosi di elevato livello. A Urbs Coludi, oggi nota come Kirk Hill, nel territorio di Coldingham, santa Ebba aveva fondato l'Abbazia di Coldingham, un monastero doppio, ove accolse Ætheldreda, prima moglie di suo nipote, il re di Northumbria, Ecgfrith. Beda il Venerabile lo descrive come «…il monastero delle vergini…» e sostiene che nel 679 il monastero venne distrutto da un incendio.[1]

Esso non venne più ricostruito, pare, fino al 1098, allorché re Edgar vi fondò il Priorato di Coldingham, in onore di san Cutberto. Esso divenne il centro della baronia di Coldingham, avente il priore come signore feudale.

Il priorato continuò la sua vita religiosa fino al 1560, quando venne parzialmente distrutto durante la Riforma scozzese. Esso comunque rimase attivo fino al 1650, quando venne trasformato in fortezza da Oliver Cromwell. Dopo un assedio di due giorni, la torre principale nella quale si erano asserragliati gli assediati fu talmente dammeggiata dall'artiglieria degli assedianti, che i difensori dovettero capitolare. La torre crollò poi nel 1777. Le rovine di circa il 40% del priorato furono restaurate nel 1855. Oggi l'edificio viene utilizzato come chiesa parrocchiale ed è, come tale, uno degli edifici religiosi più notevoli.

Economia


Turismo

Presso la baia di Coldingham vi è una spiaggia molto popolare presso i praticanti del surf, con file di capanni da spiaggia.

Galleria d'immagini


Note


  1. ^ Altri sostengono che il monastero bruciò poco dopo la morte di santa Ebba, avvenuta nel 683 (vedi:Santi e beati-Sant'Ebba di Coldingham ).

Bibliografia


Altri progetti


Collegamenti esterni


in lingua inglese, salvo diverso avviso:

Controllo di autoritàVIAF (EN127131603  · LCCN (ENnr2001007039  · WorldCat Identities (ENlccn-nr2001007039








Categorie: Località degli Scottish Borders








Data: 20.05.2020 07:49:51 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.