Dipartimenti della Francia


I dipartimenti della Francia sono la suddivisione territoriale di secondo livello del Paese[1], dopo le regioni, e sono 101, di cui 96 metropolitani e 5 d'oltremare (DOM, Départements d'Outre-Mer). Ad essi si aggiunge poi la metropoli di Lione, alla quale è attribuito uno status particolare.

Indice

Caratteristiche generali


Il dipartimento è amministrato dal consiglio dipartimentale (conseil départemental), eletto ogni sei anni per suffragio universale. Il presidente del consiglio detiene il potere esecutivo del dipartimento. In ogni dipartimento è presente un prefetto (préfet) nominato dal presidente della repubblica con il ruolo di rappresentare il governo centrale francese. Prima della riforma costituzionale del 1982 il prefetto deteneva il potere esecutivo. Il prefetto è assistito da uno o più sub-prefetti (sous-préfet) in base al numero di sub-dipartimenti presenti all'interno del dipartimento.

Cinque dei 101 dipartimenti sfuggono a tale schema: l’Alta Corsica e la Corsica del Sud che hanno solo uffici statali avendo trasferito i loro poteri alla regione, la Martinica e la Guyana francese dove la regione esercita anche le funzioni dipartimentali, e Parigi dove lo stesso fa il comune.

Elenco


Localizzazione Stemma Dipartimento Prefettura Regione
01 Ain Bourg-en-Bresse Alvernia-Rodano-Alpi
02 Aisne Laon Alta Francia
03 Allier Moulins Alvernia-Rodano-Alpi
04 Alpi dell'Alta Provenza Digne-les-Bains Provenza-Alpi-Costa Azzurra
05 Alte Alpi Gap Provenza-Alpi-Costa Azzurra
06 Alpi Marittime Nizza Provenza-Alpi-Costa Azzurra
07 Ardèche Privas Alvernia-Rodano-Alpi
08 Ardenne Charleville-Mézières Grande Est
09 Ariège Foix Occitania
10 Aube Troyes Grande Est
11 Aude Carcassonne Occitania
12 Aveyron Rodez Occitania
13 Bocche del Rodano Marsiglia Provenza-Alpi-Costa Azzurra
14 Calvados Caen Normandia
15 Cantal Aurillac Alvernia-Rodano-Alpi
16 Charente Angoulême Nuova Aquitania
17 Charente Marittima La Rochelle Nuova Aquitania
18 Cher Bourges Centro-Valle della Loira
19 Corrèze Tulle Nuova Aquitania
2A Corsica del Sud Ajaccio Corsica
2B Alta Corsica Bastia Corsica
21 Côte-d'Or Digione Borgogna-Franca Contea
22 Côtes-d'Armor Saint-Brieuc Bretagna
23 Creuse Guéret Nuova Aquitania
24 Dordogna Périgueux Nuova Aquitania
25 Doubs Besançon Borgogna-Franca Contea
26 Drôme Valence Alvernia-Rodano-Alpi
27 Eure Évreux Normandia
28 Eure-et-Loir Chartres Centro-Valle della Loira
29 Finistère Quimper Bretagna
30 Gard Nîmes Occitania
31 Alta Garonna Tolosa Occitania
32 Gers Auch Occitania
33 Gironda Bordeaux Nuova Aquitania
34 Hérault Montpellier Occitania
35 Ille-et-Vilaine Rennes Bretagna
36 Indre Châteauroux Centro-Valle della Loira
37 Indre-et-Loire Tours Centro-Valle della Loira
38 Isère Grenoble Alvernia-Rodano-Alpi
39 Giura Lons-le-Saunier Borgogna-Franca Contea
40 Landes Mont-de-Marsan Nuova Aquitania
41 Loir-et-Cher Blois Centro-Valle della Loira
42 Loira Saint-Étienne Alvernia-Rodano-Alpi
43 Alta Loira Le Puy-en-Velay Alvernia-Rodano-Alpi
44 Loira Atlantica Nantes Paesi della Loira
45 Loiret Orléans Centro-Valle della Loira
46 Lot Cahors Occitania
47 Lot e Garonna Agen Nuova Aquitania
48 Lozère Mende Occitania
49 Maine e Loira Angers Paesi della Loira
50 Manica Saint-Lô Normandia
51 Marna Châlons-en-Champagne Grande Est
52 Alta Marna Chaumont Grande Est
53 Mayenne Laval Paesi della Loira
54 Meurthe e Mosella Nancy Grande Est
55 Mosa Bar-le-Duc Grande Est
56 Morbihan Vannes Bretagna
57 Mosella Metz Grande Est
58 Nièvre Nevers Borgogna-Franca Contea
59 Nord Lilla Alta Francia
60 Oise Beauvais Alta Francia
61 Orne Alençon Normandia
62 Passo di Calais Arras Alta Francia
63 Puy-de-Dôme Clermont-Ferrand Alvernia-Rodano-Alpi
64 Pirenei Atlantici Pau Nuova Aquitania
65 Alti Pirenei Tarbes Occitania
66 Pirenei Orientali Perpignano Occitania
67 Basso Reno Strasburgo Grande Est
68 Alto Reno Colmar Grande Est
69 Rodano
esclusa la Metropoli di Lione
Lione Alvernia-Rodano-Alpi
70 Alta Saona Vesoul Borgogna-Franca Contea
71 Saona e Loira Mâcon Borgogna-Franca Contea
72 Sarthe Le Mans Paesi della Loira
73 Savoia Chambéry Alvernia-Rodano-Alpi
74 Alta Savoia Annecy Alvernia-Rodano-Alpi
75 Parigi Parigi Île-de-France
76 Senna Marittima Rouen Normandia
77 Senna e Marna Melun Île-de-France
78 Yvelines Versailles Île-de-France
79 Deux-Sèvres Niort Nuova Aquitania
80 Somme Amiens Alta Francia
81 Tarn Albi Occitania
82 Tarn e Garonna Montauban Occitania
83 Varo Tolone Provenza-Alpi-Costa Azzurra
84 Vaucluse Avignone Provenza-Alpi-Costa Azzurra
85 Vandea La Roche-sur-Yon Paesi della Loira
86 Vienne Poitiers Nuova Aquitania
87 Alta Vienne Limoges Limosino
88 Vosgi Épinal Grande Est
89 Yonne Auxerre Borgogna-Franca Contea
90 Territorio di Belfort Belfort Borgogna-Franca Contea
91 Essonne Évry Île-de-France
92 Hauts-de-Seine Nanterre Île-de-France
93 Senna-Saint-Denis Bobigny Île-de-France
94 Valle della Marna Créteil Île-de-France
95 Val-d'Oise Pontoise Île-de-France
96 Guadalupa Basse-Terre Guadalupa
97 Martinica Fort-de-France Martinica
98 Guyana francese Caienna Guyana francese
99 Riunione Saint-Denis Riunione
100 Mayotte Mamoudzou Mayotte

Numerazione


I dipartimenti sono numerati per ordine alfabetico del nome, tranne il Territorio di Belfort, i dipartimenti della regione parigina e i dipartimenti d'oltremare. I numeri dei dipartimenti fanno parte della vita quotidiana, poiché sono presenti sulle targhe dei veicoli, nei codici postali e nei numeri della sicurezza sociale.

I dipartimenti metropolitani erano numerati in origine in ordine alfabetico, fino ai cambiamenti di denominazione e alla suddivisione dell'Île-de-France nel 1964 (effettivi dal 1965).

In seguito alla suddivisione del dipartimento della Corsica (a cui era attribuito il numero 20) in due nuovi dipartimenti, avvenuta nel 1976, la Corsica del Sud (Corse-du-Sud) e l'Alta Corsica (Haute-Corse) hanno ricevuto nuovi codici, rispettivamente 2A e 2B. Questi nuovi codici compaiono sulle targhe automobilistiche e sui numeri della sicurezza sociale (solo per le persone nate dopo la suddivisione), mentre il vecchio codice continua a essere utilizzato nel codice postale e nei numeri della sicurezza sociale delle persone nate prima del 1976.

Codici numerici nelle targhe dei veicoli delle COM e TOM


In concomitanza con l'entrata in vigore del sistema di numerazione SIV, dal 15 aprile 2009 vengono utilizzati in tutte le targhe d'immatricolazione emesse nelle collettività e nell'unico territorio d'oltremare (le Terre australi e antartiche francesi) i seguenti codici numerici, posizionati nella banda blu a destra:

Localizzazione Stemma Collettività / Territorio
Saint-Pierre e Miquelon
975[2]
Saint-Barthélemy
-
Saint-Martin
-
Nuova Caledonia
988
Polinesia francese
987
Wallis e Futuna
986
Terre australi e antartiche francesi
984

Modifiche territoriali e amministrative


Lo stesso argomento in dettaglio: Evoluzione storica dei dipartimenti francesi.

Modifiche territoriali

Modifiche amministrative

Origine dei nomi


I nomi dei dipartimenti non furono assegnati secondo criteri storici - nell'intento centralista di cancellare ogni coscienza di particolarità etnica delle zone periferiche, ma anche per evitare ogni riferimento all'Antico Regime - e per questo motivo si scelsero denominazioni soprattutto geografiche. Vi sono però delle eccezioni, rappresentate ad esempio dalla zona savoiarda, che venne acquisita solo nel 1860, circa un secolo dopo la Rivoluzione francese.

Origine Numero Dipartimenti
Corso d'acqua 67 Ain, Aisne, Allier, Alta Garonna, Alta Loira, Alta Marna, Alto Reno, Ardèche, Ariège, Aube, Aude, Aveyron, Basso Reno, Bocche del Rodano, Charente, Charente Marittima, Cher, Corrèze, Creuse, Deux-Sèvres, Dordogna, Doubs, Drôme, Essonne, Eure, Eure-et-Loir, Gard, Gers, Gironda, Alta Saona, Alta Vienne, Hauts-de-Seine, Hérault, Ille-et-Vilaine, Indre, Indre e Loira, Isère, Loir-et-Cher, Loira, Loira Atlantica, Loiret, Lot, Lot e Garonna, Maine e Loira, Marna, Mayenne, Meurthe e Mosella, Mosa, Mosella, Nièvre, Oise, Orne, Rodano, Saona e Loira, Sarthe, Senna-Saint-Denis, Senna Marittima, Senna e Marna, Somme, Tarn, Tarn e Garonna, Val-d'Oise, Valle della Marna, Vandea, Varo, Vienne, Yonne
Montagne 12 Alpi dell'Alta Provenza, Alpi Marittime, Alte Alpi, Ardenne, Cantal, Alti Pirenei, Giura, Lozère, Pirenei Atlantici, Pirenei Orientali, Puy-de-Dôme, Vosgi
Isole e Isolotti 6 Alta Corsica, Calvados[3], Corsica del Sud, Guadalupa, Martinica, Riunione, Mayotte
Coste e Specchi acquei 4 Côtes-d'Armor, Manica, Morbihan, Passo di Calais
Città e Paesi 4 Parigi, Senna-Saint-Denis, Territorio di Belfort, Vaucluse[4]
Province o territori storici 3 Alta Savoia, Guyana francese, Savoia
Boschi e Foreste 2 Landes, Yvelines[5]
Situazioni geografiche 2 Finistère, Nord
Paesaggio 1 Côte-d'Or[6]

Evoluzione istituzionale dei dipartimenti


L'organizzazione originale del 1790 fu rimaneggiata già a partire dal 1795, con la soppressione dei distretti e la creazione dei comuni (municipalité) e dei cantoni. L'amministrazione si concentrava interamente nei capoluoghi dei cantoni, mentre i comuni (commune) perdono ogni autonomia.

Il 17 febbraio 1800 (legge del 28 Piovoso dell'anno VIII del calendario repubblicano), questa organizzazione fu ulteriormente modificata. I dipartimenti furono suddivisi in circoscrizioni (arrondissement, che sostituivano i distretti, ma erano rispetto a questi in numero minore e dunque con maggiore estensione), cantoni (ugualmente meno numerosi e più estesi che quelli del 1790) e comuni (commune). Comparvero anche le prefetture e sotto-prefetture, con i prefetti e il consiglio di prefettura, ed anche i Consigli generali. La Monarchia di luglio riconoscerà loro ugualmente personalità giuridica.

A parte la legge del 10 agosto del 1871, che creerà la Commissione dipartimentale e istituirà l'elezione del Consiglio generale a suffragio universale con i cantoni come collegi elettorali di un sistema maggioritario uninominale a doppio turno, l'organizzazione dei dipartimenti resterà invariata fino al 1982, quando viene votata la legge sul decentramento, che precisa il campo di competenza dei dipartimenti e assicura loro un maggior peso nella vita economica nazionale.

Infine la legge del 2 marzo 1985 trasferisce il potere esecutivo locale, fino a quel momento esercitato dal prefetto, al presidente del Consiglio Generale.

Risultati elettorali


Elezioni Serie Presidenze Carta Partito del
presidente
Gauche Droite Altro
1998 1
rinnovamento
di metà dei
cantoni
36 63 Sinistra: PS, PRG, PCF, DVG
Destra: RPR, UDF, DVD, MPF, RPF
2001 2
rinnovamento
di metà dei
cantoni
40 59 Sinistra: PS, PRG, PCF, DVG
Destra: RPR, UDF, DVD, MPF, RPF
2004 1
rinnovamento
di metà dei
cantoni
50 49 1
Mayotte
Sinistra: PS, PRG, PCF, DVG
Destra: UMP, UDF, DVD, MPF
Altro: Indipendente
2008 2
rinnovamento
di metà dei
cantoni
57 43 Sinistra: PS, PRG, PCF, DVG
Destra: UMP, NC, DVD, MPF, MoDem
2011 1
rinnovamento
di metà dei
cantoni
59 41 Sinistra: PS, PRG, PCF, DVG
Destra: UMP, NC, DVD
2015 rinnovamento
integrale di
98 dipartimenti
30 67 1
Tarn e Garonna
Sinistra: PS, PRG, PCF
Destra: UMP, UDI, DVD, MoDem
Altro: Indipendente

Note


  1. ^ Corrispondono sostanzialmente alle province italiane.
  2. ^ È stato mantenuto il numero che l'arcipelago aveva dal 1976 al 1985, quando era un dipartimento (vd. infra).
  3. ^ Il dipartimento di Calvados deve il suo nome a rocce situate al largo delle sue coste.
  4. ^ Il dipartimento di Vaucluse deve il suo nome al centro di Vaucluse, oggi Fontaine-de-Vaucluse.
  5. ^ Il dipartimento di Yvelines deve il suo nome alla foresta d'Yveline.
  6. ^ il nome Côte-d'Or venne attribuito in onore del principale massiccio del dipartimento.

Voci correlate


Altri progetti


Controllo di autoritàLCCN (ENsh98007394  · BNF (FRcb12090561w (data)









Categorie: Suddivisioni della Francia




Data: 13.05.2021 08:35:27 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.