Fiorentino (San Marino) - it.LinkFang.org

Fiorentino (San Marino)




Fiorentino
castello
Localizzazione
Stato San Marino
Amministrazione
Capitano di CastelloGiulia Andruccioli (lista civica) dal 29 - 01 - 2020
Data di istituzione1463
Territorio
Coordinate
Altitudine490 m s.l.m.
Superficie6,57 km²
Abitanti2 537[1] (31-03-2013)
Densità386,15 ab./km²
CurazieCapanne, Crociale, Pianacci, Cerbaiola
Castelli confinantiChiesanuova, Città di San Marino, Borgo Maggiore, Faetano, Montegiardino, Monte Grimano Terme (IT-PU), Sassofeltrio (IT-PU)
Altre informazioni
Cod. postaleRSM-47897
Prefissodall'Italia e dal Vaticano: 0549, da tutti gli altri paesi: +378
Fuso orarioUTC+1
ISO 3166-2SM-05
TargaRSM
Nome abitantifiorentinesi
PatronoSan Bartolomeo Apostolo
Giorno festivoultima domenica di luglio
Cartografia
Sito istituzionale

Fiorentino (Fiurentêin[2] in romagnolo nella variante sammarinese; Fiorentìn in Gallo-piceno) è un castello della Repubblica di San Marino di 2.537 abitanti ed un'estensione di 6,57 km².

Indice

Etimologia


Il toponimo deriva da florente, in riferimento all'ambiente selvaggio che era presente nel territorio.

Geografia fisica


Confina con i castelli di Chiesanuova, Città di San Marino, Borgo Maggiore, Faetano e Montegiardino e con i comuni italiani di Monte Grimano Terme e Sassofeltrio, in IT-PU.

Storia[3]


Fiorentino compare per la prima volta nell'anno 1069, fra i numerosi beni donati dal riminese Pietro di Bennone a san Pier Damiani, e per lui all'appena fondato monastero di San Gregorio in Conca. Fra XIII e XV secolo ne furono signori i conti di Carpegna, i quali lo detenevano in enfiteusi da quel monastero. Per i Carpegna il castello di Fiorentino fu talmente importante che un ramo della famiglia prese da esso il nome. Il dominio restò a questo lignaggio fino al 1440, poi passò ai Malatesta di Rimini, che però lo tennero per breve tempo[4]. Già nel 1463, venne conquistato da Federico da Montefeltro e dai sammarinesi, ai quali Pio II riconobbe il possesso insieme con le corti e castelli di Serravalle, Montegiardino e Faetano con una bolla datata al 27 giugno di quell'anno[5]. Le strutture propriamente militari furono smantellate e San Marino decastellò Fiorentino, che fu classificato come una villa. Riscattata nel 1534 la proprietà eminente dei terreni dall'abbazia di Scolca erede di San Gregorio in Conca, si formò lentamente la circoscrizione, che è ormai definitiva nella catastazione del 1734, quando la superficie complessiva era di 676 ettari[6]. Oggi il territorio è fortemente urbanizzato, con banche, supermercati, negozi, la casa di Castello, il centro sociale[7].

Nel corso del XX secolo, per l'economia del Castello fu particolarmente importante il cementificio, dismesso nel 1985[8]. Il 16 aprile 1913 l'aviatore triestino Gianni Widmer effettuò il primo volo sul cielo di San Marino. Con il suo Blériot XI da 50 cavalli toccò quota 1.600 metri prima di atterrare sul pianoro del Monte Carlo (m. 508), dopo undici minuti di volo. A ricordare l'impresa di Widmer, insignito da San Marino della medaglia d'oro di prima classe al merito civile, un cippo eretto sul pianoro dove avvenne l'atterraggio. Il monumento fu realizzato dallo scultore Carlo Reffi, mentre l'epigrafe è di Pietro Franciosi; fu, in ordine di tempo, il secondo cippo innalzato nel mondo ad un aviatore (il primo fu scoperto sempre nel 1913 a Parigi, in onore di Alberto Santos Dumont).

Amministrazione


La casa di Castello si trova in Via la Rena, 30.

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
13 dicembre 1998 30 novembre 2003 Renzo Guidi Lista civica Capitano di Castello
30 novembre 2003 7 giugno 2009 Alfredo Amici Lista civica Capitano di Castello
7 giugno 2009 12 dicembre 2014 Gerri Fabbri Lista civica Capitano di Castello
13 dicembre 2014 in carica Daniela Giannoni Lista civica Capitano di Castello

Curazie


Sport


Il castello ha due club calcistici: S.P. Tre Fiori e F.C. Fiorentino.

Società


Evoluzione demografica

Abitanti censiti

Note


  1. ^ Popolazione residente per castello - UPECEDS
  2. ^ T. Capello, C. Tagliavini, Dizionario degli etnici e dei toponimi italiani, Pàtron ed., Bologna, 1981
  3. ^ Girolamo Allegretti (a cura di), Fiorentino, in Storia dei castelli della Repubblica di San Marino, vol. 3, San Marino, Ente Cassa di Faetano, 2011, ISBN 9788890666537.
  4. ^ Tommaso di Carpegna Falconieri, Un territorio conteso. La storia di Fiorentino sotto il profilo istituzionale (secoli XI-XV), ivi, pp. 117-132.
  5. ^ Cristoforo Buscarini, L'annessione a San Marino, ivi, pp. 143-150.
  6. ^ Girolamo Allegretti, Il quadro storico, ivi, pp. 13-15.
  7. ^ Girolamo Allegretti, Il quadro storico, ivi, p. 28.
  8. ^ Giorgio Pedrocchi, Il cementificio, ivi, pp. 209-217.

Voci correlate


Altri progetti


Collegamenti esterni










Categorie: Castelli di San Marino








Data: 20.05.2020 05:05:54 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.