Formula minima


La formula minima (o formula empirica) è una particolare formula molecolare in cui il numero di atomi di ciascun elemento costituente è ridotto al massimo comun divisore relativo.

La formula minima non fornisce informazioni su isomerie e ramificazioni.

La formula minima ha, di fatto, una bassa utilità sia pratica che teorica. Rappresenta semplicemente il primo stadio da cui partire per ricostruire la formula molecolare di un composto del quale si conoscono ad esempio solo la percentuale di ogni elemento che contribuisce alla costruzione della molecola.

Indice

Esempi di formule


Esempi di formule minime sono:

formula molecolare formula minima
H2O2 HO
C6H12O6 CH2O
Si6H6 SiH

Esempio di utilizzo


Un metodo per impiegare la formula minima risiede appunto nel recuperare la formula di un composto di costituzione conosciuta, ad esempio se l'analisi elementare di un composto fornisce i seguenti dati:

Per cui 100 grammi di tale campione contengono 35,56 grammi di potassio, 17,02 grammi di ferro, 21,88 grammi di carbonio e 25,53 grammi di azoto.

Si calcola il numero di moli contenute, dividendo la massa in grammi dell'elemento per la sua massa molecolare (n=m/M)[1][2]

Si dividono quindi i risultati ottenuti per il risultato più piccolo (in questo caso 0,30), si arrotonda e si ottengono i coefficienti atomici di ogni elemento nella molecola:

Dai quali si può ricavare la formula minima del composto:

\({\displaystyle {\ce {K3Fe(CN)6}}}\)

Da notare che in questo caso la formula minima corrisponde alla formula molecolare. In caso contrario è necessario conoscere almeno un'altra informazione del composto (ad esempio massa assoluta o massa relativa). In generale, il metodo illustrato fornisce sempre la formula minima della sostanza (non la formula molecolare).

Note


  1. ^ Manuale IUPAC. Grandezze fisiche e unità di misura , su www.minerva.unito.it. URL consultato il 4 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2017).
  2. ^ Manuale IUPAC. Chimica Generale , su www.minerva.unito.it. URL consultato il 4 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 marzo 2016).

Voci correlate


Collegamenti esterni











Categorie: Rappresentazioni delle molecole




Data: 04.10.2021 09:38:42 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.