Gigabyte


Disambiguazione – Se stai cercando il produttore di hardware per computer, vedi Gigabyte Technology.
Multipli del byte
Prefissi SI   Prefissi binari
Nome Simbolo Multiplo Nome Simbolo Multiplo
chilobyte kB 103 kibibyte KiB 210
megabyte MB 106 mebibyte MiB 220
gigabyte GB 109 gibibyte GiB 230
terabyte TB 1012 tebibyte TiB 240
petabyte PB 1015 pebibyte PiB 250
exabyte EB 1018 exbibyte EiB 260
zettabyte ZB 1021 zebibyte ZiB 270
yottabyte YB 1024 yobibyte YiB 280

Il gigabyte è un'unità di misura dell'informazione o della quantità di dati ed è attualmente, fra i vari multipli del byte, quella più utilizzata nella pratica quotidiana ad oggi.

Il termine deriva dalla unione del prefisso giga con byte, il prefisso giga trae origine dalla parola in lingua greca γίγας che significa gigante. Il simbolo del gigabyte è GB. Questo simbolo, oltre ad essere spesso impropriamente considerato solo un'abbreviazione (il simbolo è unico mentre le abbreviazioni possono essere più di una, causando ambiguità), viene anche a volte confuso con un altro simbolo, il Gb che è invece il simbolo di gigabit, ossia i miliardi di bit.

Il discorso fatto sopra può essere esteso a molti degli altri simboli dei multipli del byte il cui uso improprio è spesso causa di molti errori e fraintendimenti, soprattutto fra i meno esperti. Il sistema di codifica Unicode ha un apposito simbolo per il gigabyte: ㎇, che si rappresenta con &#13191 (U+3387) ma molti browser non lo supportano.

Indice

Gigabyte e gibibyte


A peggiorare una situazione già di per sé abbastanza ambigua contribuisce anche il fatto che un gigabyte (ma il discorso si estende a tutti gli altri multipli del byte) nella pratica comune può assumere 2 diversi valori:

in questo caso il gigabyte è definito come 1 miliardo di byte ed è così utilizzato nelle telecomunicazioni, nell'ingegneria ma anche da molti produttori di hardware nelle specifiche tecniche delle loro apparecchiature.

In questo caso il gigabyte ha lo stesso valore del gibibyte, che è uno standard definito dalla Commissione elettrotecnica internazionale (IEC), che esprime 1 073 741 824 byte senza nessuna incertezza e dovrebbe quindi essere utilizzato al posto del gigabyte per indicare tale quantità di dati.

Oggigiorno questo errore viene fatto sempre più spesso in campi come l'ingegneria informatica, nella programmazione e in quasi tutti i sistemi operativi.

A causa di queste ambiguità il gigabyte è utile solo in situazioni in cui è richiesta solo una cifra di precisione. Nelle specifiche tecniche l'uso tipico del gigabyte espresso in multipli decimali è quello di arrotondare un po' i valori sulle prestazioni di un'apparecchiatura in modo che risultino superiori a quello che in realtà sono. Caso a parte fanno le memorie RAM, dove le dimensioni sono da sempre espresse in potenze di 2 che per questi dispositivi sono molto più utili.

Per convertire i gigabyte espressi in potenze di 10 nei più corretti gibibyte espressi come potenze di 2 può essere utile questa formula:

\({\displaystyle {\frac {y\cdot 10^{9}}{2^{30}}}\approx 0.931\cdot y}\)

dove la \({\displaystyle y}\) è la dimensione espressa in gigabyte.

Usi pratici del gigabyte


Al 2012, l'uso del gigabyte è ormai da tempo ampiamente diffuso, quasi tutte le memorie di massa come hard disk, nastri magnetici, DVD, memorie flash ecc. utilizzano questa unità di misura per indicare la quantità di dati che possono contenere. E questo non vale solo per i personal computer: anche apparecchi più piccoli per dimensioni e prestazioni, come ad esempio i palmari o le console portatili, si stanno pian piano spostando dai megabyte ai gigabyte e grazie alla miniaturizzazione questo discorso si è ormai consolidato anche nel mondo degli smartphone.

Molti dei software che si trovano in commercio hanno raggiunto ormai dimensioni tali da superare abbondantemente il gigabyte così come lo superano spesso anche i file che vengono scaricati da internet o scambiati sulle reti P2P. Grazie allo sviluppo di algoritmi di compressione sempre più efficienti, un film in digitale di buona qualità può tranquillamente occupare meno di un gigabyte, permettendo a molte persone di crearsi in casa una vera e propria biblioteca multimediale. Il CD, che di norma non supera gli 800 megabyte di dati, ha da tempo ceduto il passo al DVD che, grazie a capienze che vanno dai 4,7 ai 15,9 gigabyte (nel Blu-Ray Disc si va dai 25 ai 100 GB), permette una notevole flessibilità nella gestione delle informazioni sia in ambiente professionale sia in quello domestico.

Voci correlate


Altri progetti


Collegamenti esterni











Categorie: Unità di informazione




Data: 26.05.2022 06:02:01 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.