Immunostimolante


Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

Gli immunostimolanti, noti anche come immunostimolatori, sono sostanze (farmaci o nutrienti) che stimolano il sistema immunitario inducendo l'attivazione o aumentando l'attività di uno qualsiasi dei suoi componenti. Ne è un esempio significativo il fattore stimolante le colonie dei macrofagi granulocitari.

Indice

Classificazione


Esistono due categorie principali di immunostimolanti:[1]

  1. Gli immunostimolanti specifici forniscono specificità antigenica nella risposta immunitaria, come i vaccini o qualsiasi antigene.
  2. Gli immunostimolanti aspecifici agiscono indipendentemente dalla specificità antigenica aumentando la risposta immunitaria ad altri antigeni o stimolando componenti del sistema immunitario senza specificità antigenica, come adiuvanti e immunostimolatori non specifici.

Non specifici

Molte sostanze endogene sono immunostimolatori non specifici. Ad esempio, è noto che gli ormoni sessuali femminili stimolano le risposte immunitarie sia adattive[2] che innate.[3] Alcune malattie autoimmuni come il lupus eritematoso colpiscono preferenzialmente le donne e la loro insorgenza spesso coincide con la pubertà. Altri ormoni sembrano regolare anche il sistema immunitario, in particolare la prolattina, l'ormone della crescita e la vitamina D.[4][5]

Alcune ricerche indicano l'effetto dell'acido desossicolico (DCA) come immunostimolante[6][7][8] non specifico del sistema immunitario, attivandone i principali attori, i macrofagi. Secondo queste pubblicazioni, una quantità sufficiente di DCA nel corpo umano corrisponde a una buona reazione immunitaria del sistema immunitario non specifico.

Note


  1. ^ S Kumar, Gupta P e Sharma S, A review on immunostimulatory plants , in Journal of Chinese Integrative Medicine, vol. 9, n. 2, 2011, pp. 117–128, DOI:10.3736/jcim20110201 , PMID 21288444 .
  2. ^ CR Wira, Crane-Godreau M e Grant K, Endocrine regulation of the mucosal immune system in the female reproductive tract, in Mucosal Immunology, San Francisco, Elsevier, 2004, ISBN 0-12-491543-4.
  3. ^ TJ Lang, Estrogen as an immunomodulator , in Clin Immunol, vol. 113, n. 3, 2004, pp. 224–230, DOI:10.1016/j.clim.2004.05.011 , PMID 15507385 .

    A Moriyama, Shimoya K e Ogata I, Secretory leukocyte protease inhibitor (SLPI) concentrations in cervical mucus of women with normal menstrual cycle , in Molecular Human Reproduction, vol. 5, n. 7, 1999, pp. 656–661, DOI:10.1093/molehr/5.7.656 , PMID 10381821 .

    M Cutolo, Sulli A e Capellino S, Sex hormones influence on the immune system: basic and clinical aspects in autoimmunity , in Lupus, vol. 13, n. 9, 2004, pp. 635–638, DOI:10.1191/0961203304lu1094oa , PMID 15485092 .

    AE King, Critchley HOD e Kelly RW, Presence of secretory leukocyte protease inhibitor in human endometrium and first trimester decidua suggests an antibacterial role , in Molecular Human Reproduction, vol. 6, n. 2, 2000, pp. 191–196, DOI:10.1093/molehr/6.2.191 , PMID 10655462 .
  4. ^ K Dorshkind e Horseman ND, The Roles of Prolactin, Growth Hormone, Insulin-Like Growth Factor-I, and Thyroid Hormones in Lymphocyte Development and Function: Insights from Genetic Models of Hormones and Hormone Receptor Deficiency , in Endocrine Reviews, vol. 21, n. 3, 2000, pp. 292–312, DOI:10.1210/er.21.3.292 , PMID 10857555 . URL consultato il 29 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 31 luglio 2010).
  5. ^ Sunil Nagpal, Songqing Naand e Radhakrishnan Rathnachalam, Noncalcemic Actions of Vitamin D Receptor Ligands , in Endocrine Reviews, vol. 26, n. 5, 2005, pp. 662–687, DOI:10.1210/er.2004-0002 , PMID 15798098 . URL consultato il 29 gennaio 2008 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2009).
  6. ^ B Vlcek, A Reif e B Seidlová, Evidence of the participation of deoxycholate in cancer immunity , in Zeitschrift für Naturforschung B, vol. 26, n. 5, 1971, pp. 419–24, DOI:10.1515/znb-1971-0509 , PMID 4398280 .
  7. ^ (CS) B Vlček, Potentiation of the immune response with DCA, in Prakt. Lekar, vol. 52, 1972, pp. 326–330.
  8. ^ (CS) M Chyle e P Chyle, Regulation of the immune response with DCA, in Sbornik Lek., vol. 84, 1982, pp. 212–218. (English summary)

Voci correlate


Collegamenti esterni











Categorie: Sistema immunitario | Immunologia | Immunostimolanti




Data: 05.10.2021 05:11:39 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.