Iperfagia


Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.
Iperfagia
Classificazione e risorse esterne (EN)
ICD-9-CM783.6
ICD-10R63.2
MeSHD006963
Sinonimi
Polifagia

L'iperfagia o polifagia è l'aumento della sensazione di fame o dell'appetito[1]. Il termine deriva dal greco antico πολύς, polys, "molto", e la radice φαγ-, phag-, relativa al "mangiare". In medicina rappresenta un segno clinico di fame eccessiva cui consegue l'assunzione per via orale di una quantità di cibo solido insolitamente maggiore della norma del soggetto.

Indice

Eziologia


Può derivare da disordini quali il diabete mellito, la sindrome di Kleine-Levin, la sindrome di Prader-Willi[2] e la sindrome di Bardet-Biedl[3].

Altre cause comprendono stati d'ansia, bulimia e sindrome premestruale, alterazioni endocrinologiche e metaboliche quali ipertiroidismo, malattia di Basedow-Graves e ipoglicemia[4].

La polifagia rappresenta anche una delle manifestazioni precoci del quadro clinico di chetoacidosi diabetica[5], mentre nelle fasi avanzate, quando la carenza di insulina diventa più grave e la chetoacidosi diabetica si sviluppa completamente, l'appetito è soppresso[6].

Può derivare anche dall'assunzione di certi farmaci o sostanze, quali corticosteroidi, ciproeptadina, antidepressivi triciclici[4] e tetraidrocannabinolo assunto dalla cannabis[7][8].

Note


  1. ^ HR. Berthoud, NR. Lenard; AC. Shin, Food reward, hyperphagia, and obesity. , in Am J Physiol Regul Integr Comp Physiol, vol. 300, n. 6, giugno 2011, pp. R1266-77, DOI:10.1152/ajpregu.00028.2011 , PMID 21411768 .
  2. ^ Sindrome di Prader-Willi , su omim.org. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  3. ^ Sindrome di Bardet–Biedl , su omim.org. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  4. ^ a b Appetite increased , su nlm.nih.gov. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  5. ^ Elliott RE, Jane JA, Wisoff JH, Surgical management of craniopharyngiomas in children: meta-analysis and comparison of transcranial and transsphenoidal approaches. , in Neurosurgery, vol. 69, n. 3, 2011, pp. 630–43; discussion 643, DOI:10.1227/NEU.0b013e31821a872d , PMID 21499159 .
  6. ^ Masuzaki H, Tanaka T, Ebihara K, Hosoda K, Nakao K, Hypothalamic melanocortin signaling and leptin resistance--perspective of therapeutic application for obesity-diabetes syndrome. , in Peptides, vol. 30, n. 7, 2009, pp. 1383–6, DOI:10.1016/j.peptides.2009.04.008 , PMID 19394382 .
  7. ^ JA. Farrimond, AJ. Hill; BJ. Whalley; CM. Williams, Cannabis constituents modulate δ9-tetrahydrocannabinol-induced hyperphagia in rats. , in Psychopharmacology (Berl), vol. 210, n. 1, maggio 2010, pp. 97-106, DOI:10.1007/s00213-010-1821-z , PMID 20349049 .
  8. ^ JA. Farrimond, BJ. Whalley; CM. Williams, A low-Δ9tetrahydrocannabinol cannabis extract induces hyperphagia in rats. , in Behav Pharmacol, ottobre 2010, DOI:10.1097/FBP.0b013e328340a062 , PMID 20975531 .

Bibliografia


Voci correlate


Collegamenti esterni


Controllo di autoritàLCCN (ENsh2012003178









Categorie: Disturbi dell'alimentazione | Segni | Sintomi




Data: 10.11.2021 06:45:22 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.