John Bull (allegoria)


John Bull (letteralmente: Gianni Toro) è la personificazione nazionale del Regno di Gran Bretagna, creata da John Arbuthnot nel 1712 e resa popolare dapprima dagli stampatori britannici, quindi all'estero da illustratori e scrittori come lo statunitense Thomas Nast e l'irlandese George Bernard Shaw, autore di John Bull's Other Island.

Cenni storici


Come personaggio letterario, John Bull è pieno di buone intenzioni spesso frustrate, dotato di buon senso contadino. A differenza del successivo Zio Sam, non è una figura autoritaria, ma piuttosto un piccolo possidente che ambisce a godersi la sua birra e la pace domestica, non esercita né un potere patriarcale né un fascino eroico.

Talvolta con esso ci si riferisce alla totalità del Regno Unito, anche se l'uso non è stato completamente accettato in Scozia o Galles, dove viene visto come una figura prettamente inglese, più che britannica.

Effettivamente Arbuthnot concepì il personaggio come personificazione dell'Inghilterra più che della Gran Bretagna: infatti gli affiancò una sorella di nome Peg (che rappresenta la Scozia e che sopravvisse nell'arte anche oltre il XVIII secolo) e un nemico tradizionale di nome Louis Baboon (la casa dei Borbone di Francia e poi anche di Spagna, figura in seguito scomparsa).

Perciò, come alternative, in alcune vignette si usano Britannia, o un leone. Nell'Irlanda del Nord la figura di John Bull è stata abbracciata dagli Unionisti, mentre viene rifiutata dalla maggior parte dei nazionalisti irlandesi.

Bull viene di solito raffigurato come un uomo tozzo e ben piantato con una giacca a code e i pantaloni al ginocchio, con un panciotto con la bandiera del Regno Unito, secondo la moda del periodo della Reggenza. Indossa un cilindro ed è spesso accompagnato da un bulldog. John Bull è stato usato in numerose campagne pubblicitarie nel tempo, ed è una presenza frequente nelle vignette dei giornali britannici di fine del XIX e inizio XX secolo.

Il tracagnotto e conservatore John Bull, vestito come un gentiluomo di campagna inglese, a volte in contrasto esplicito con lo stereotipo con lo scheletrico rivoluzionario francese sans-culottes giacobino, compare spesso nelle stampe di disegnatori satirici quali James Gillray, Thomas Rowlandson e George Cruikshank a partire dal 1790.

Voci correlate


Altri progetti


Controllo di autoritàVIAF (EN260969575  · LCCN (ENsh2002010715  · GND (DE1024142663  · CERL cnp02055307  · WorldCat Identities (ENviaf-260969575









Categorie: Simboli | Gran Bretagna | Personificazioni nazionali




Data: 04.10.2021 08:42:32 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.