Jutland


Disambiguazione – Se stai cercando la battaglia navale del 1916, vedi Battaglia dello Jutland.
Jutland
Jylland
(dettagli)
Vista satellitare della penisola
Stati  Danimarca
 Germania
Superficie 29 775 km²
Abitanti 2 599 104 (2016)
Densità 84 ab./km²
Lingue Jutlandico, Danese, Tedesco
Fusi orari UTC+1
Nome abitanti Jutlandici

Lo Jutland[1] (danese Jylland, tedesco Jütland) è una penisola del nord Europa divisa tra Germania, a sud, e Danimarca, di cui costituisce la parte continentale.

Indice

Geografia fisica


Divide il Mare del Nord da quello Baltico.

Il territorio è relativamente piatto, con presenza di basse colline e torbiere. La penisola occupa un'area di 29.775 km² e conta una popolazione di 2.491.852 abitanti (2004).

Geografia politica


Amministrativamente la maggior parte del territorio appartiene al Regno di Danimarca. La parte meridionale invece appartiene allo stato tedesco dello Schleswig-Holstein, possedimento passato più volte di mano tra danesi e vari monarchi tedeschi, con la Danimarca che ha riscattato la contea di Nordslesvig grazie a un plebiscito nel 1920.

Regioni

Città

Le principali città della parte danese della penisola dello Jutland sono Århus, Aalborg, Billund, Esbjerg, Fredericia, Frederikshavn, Randers, Kolding, Ribe, Vejle, Silkeborg e Horsens, mentre le cinque maggiori città dello Schleswig-Holstein sono Kiel, Lubecca, Flensburgo, Neumünster e Norderstedt, benché Lubecca e Norderstedt non siano propriamente nello Jutland.

Storia


Durante il periodo romano era la penisola abitata dai Cimbri, Chersonesus cimbrica, ma durante il V secolo fu occupata dagli Juti, da cui deriva il nome odierno Jutland, ovvero la terra degli Juti. Secondo alcune teorie è la terra d'origine dei Cimbri stanziati sull'Altopiano di Asiago, in Veneto. Ad occidente della penisola durante la prima guerra mondiale si combatté il 31 maggio 1916 la Battaglia dello Jutland, la più grande battaglia navale della storia tra la flotta britannica e quella tedesca.

Cultura


Lo scrittore Jakob Knudsen (1858-1917) fu membro fondatore del 'Gruppo di Jylland', che raggruppava artisti, letterati e uomini di cultura, aventi l'obiettivo di elogiare le caratteristiche della Jutland, in contrapposizione alla cultura 'mondanizzata' della capitale danese.[1]

Note


  1. ^ a b le muse, VI, Novara, De Agostini, 1964, p. 284.

Altri progetti


Collegamenti esterni


Controllo di autoritàVIAF (EN159513127  · LCCN (ENn85161153  · GND (DE4028858-4  · WorldCat Identities (ENlccn-n85161153









Categorie: Penisole dell'Europa | Geografia della Danimarca | Regioni storiche della Germania




Data: 20.06.2021 12:13:53 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.