Malgerio d'Altavilla (conte di Troina) - it.LinkFang.org

Malgerio d'Altavilla (conte di Troina)




Contea di Sicilia
Altavilla

Ruggero I
Simone
Ruggero II
Modifica

Malgerio d'Altavilla (1080 circa – dopo il 1098) è stato un cavaliere normanno; fu conte di Troina.

Indice

Biografia


Era il terzo figlio maschio e probabilmente il primo figlio maschio legittimo, del re Ruggero I di Sicilia e della sua seconda moglie Eremburga di Mortain[1]. Suo padre lo creò Conte di Troina, ma poco altro si sa di lui.

Morì dopo il 1098, ma non si sa con certezza quando, se sopravvisse al padre non reclamò il titolo di Conte di Sicilia.

Note


  1. ^ Eremburga filia Gulielmi comitis Mortonensis, Goffredo Malaterra.

Bibliografia


Voci correlate










Categorie: Condottieri normanni | Altavilla








Data: 21.05.2020 05:20:03 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.