Matilde d'Altavilla (contessa di Tolosa) - it.LinkFang.org

Matilde d'Altavilla (contessa di Tolosa)


Contea di Sicilia
Altavilla

Ruggero I
Simone
Ruggero II
Modifica

Matilde Altavilla (1062 circa – prima del 1094) è stata una nobildonna normanna, nata in Italia, prima, conte consorte d'Eu e signora di Hastings tra il 1077 e il 1079, poi, contessa consorte di Saint-Gilles e marchesa consorte di Gotia, dal 1080 al 1088.

Indice

Origine


Matilde, secondo il monaco benedettino di origine normanna, Goffredo Malaterra, era la figlia del conquistatore e primo Gran Conte di Sicilia, Ruggero I d'Altavilla e di Giuditta d'Evreux[1], che, secondo il monaco e cronista inglese, Orderico Vitale era la figlia primogenita di Guglielmo d'Évreux e della moglie[2], Adevisa[3], figlia secondogenita di Giroie[4], Signore d'Échauffour e di Montreuile e di Gisla di Bastembourg.
Ruggero I d'Altavilla, sempre secondo Goffredo Malaterra, era il settimo ed ultimogenito figlio del signore di Hauteville, Tancredi d'Altavilla e dalla sua seconda moglie Fresenda[5].

Biografia


Nel 1076, sua madre Giuditta, era morta, dopo che la sorella primogenita, Flandina, si era sposata.

Secondo lo storico italiano (tedesco di nascita) Hubert Houben, Matilde, in quel periodo, sarebbe stata data in moglie (seconda moglie) a Roberto, conte d'Eu e signore di Hastings (Inghilterra)[6]; ma prima del 1080, Matilde venne ripudiata dal marito[6].

Nel 1080, il conte di Saint-Gilles e marchese di Gotia, Raimondo giunse in Sicilia, per stringere un'alleanza con il padre di Matilde, il Conte di Sicilia, Ruggero I[7]; dato che Raimondo aveva da poco ripudiato la prima moglie, di cui non ci è pervenuto il nome, che era una cugina di Raimondo, ed era la figlia terzogenita del conte di Provenza, Goffredo I[8], per rafforzare l'alleanza fu decisa anche una alleanza matrimoniale: Matilde, la figlia secondogenita di Ruggero avrebbe sposato Raimondo, figlio secondogenito del conte di Tolosa, conte di Nîmes e conte d'Albi, Ponzio e di Almodis de La Marche (come risulta dal Chronicon sancti Maxentii Pictavensis, Chroniques des Eglises d'Anjou[9] e dalla Chronica Albrici Monachi Trium Fontium[10] (1020-1071), figlia di Bernardo I de la Marche[11][12] (ca. 991- 16 giugno 1047) conte de la Marche e di Périgord.
Goffredo Malaterra, nel capitolo XXII della terza parte del De rebus gestis Rogerii Calabriæ et Siciliæ Comitis et Roberti Guiscardi Ducis fratris eius, ci descrive l'arrivo di Raimondo in Sicilia, il matrimonio sfarzoso tra Matilde e lo stesso Raimondo ed infine la partenza degli sposi dalla Sicilia[1].
Il matrimonio, forse perché non era stato allietato dalla nascita di alcun figlio, non durò a lungo, e, verso il 1088, vi fu il divorzio.

Matilde rientrò in Sicilia e morì verso il 1094.

Figli


Matilde non diede figli, sia a Roberto che a Raimondo[6].

Note


  1. ^ a b De rebus gestis Rogerii Calabriæ et Siciliæ Comitis et Roberti Guiscardi Ducis fratris eius / auctore Gaufredo Malaterra monacho benedictino, parte III, cap. XXII
  2. ^ (LA) Historiæ Normannorum Scriptores Antiqui, liber VII, cap. IV, pag 269
  3. ^ (LA) Historia Ecclesiastica, vol. II, liber III, pag 30
  4. ^ (LA) Historia Ecclesiastica, vol. II, liber III, pagg 29 e 30
  5. ^ De rebus gestis Rogerii Calabriæ et Siciliæ Comitis et Roberti Guiscardi Ducis fratris eius / auctore Gaufredo Malaterra monacho benedictino, parte I, cap. IV
  6. ^ a b c (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy: Conti di Tolosa - MATHILDE of Sicily (RAYMOND de Toulouse)
  7. ^ Ferdinand Chalandon, La conquista normanna dell'Italia meridionale e della Sicilia, pag. 502
  8. ^ (LA) Histoire générale de Languedoc, Preuves, tomus V, Documento 273, par. II, colonne 536 - 538
  9. ^ (LA) Chronicon sancti Maxentii Pictavensis, Chroniques des Eglises d'Anjou pag 401
  10. ^ (LA) Documenta Germaniae Historica, Scriptores, tomus XXIII, Chronica Albrici Monachi Trium Fontium 1100, pag. 813 Archiviato il 2 dicembre 2013 in Internet Archive.
  11. ^ (EN) #ES Foundation for Medieval Genealogy : ANGOULEME- AlmodislaMarche
  12. ^ (EN) Almodis de La Marche- PEDIGREE

Bibliografia


Fonti primarie

Letteratura storiografica

Voci correlate


Collegamenti esterni










Categorie: Altavilla








Data: 27.11.2020 07:24:19 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.