Pace di Pescia


La pace di Pescia sono degli accordi presi da i Pisani e i Fiorentini il 28 agosto 1364 nella città di Pescia (PT).

Dopo la sconfitta pisana nella battaglia di Cascina del 28 luglio Pisa dovette capitolare. Vennero restituiti i castelli conquistati dalle due fazioni. A Pisa tornò Pontedera e isola del Giglio. A Firenze fu restituita Sorana, Pietrabuona e Vellano. Secondo gli accordi il castello di Castel del Bosco fu distrutto e Pisa dovette concedere tutte le franchigie di cui già godevano prima della guerra a Firenze, inoltre dovettero pagare centomila fiorini d'oro in dieci anni.

Dal 2001 avviene una rievocazione storica di questa pace a Pontedera con un palio della balestra.










Categorie: Trattati della Repubblica di Firenze | Trattati della Repubblica di Pisa




Data: 27.11.2020 07:48:57 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.