Piero Cerato - it.LinkFang.org

Piero Cerato




Pietro Cerato, noto anche con lo pseudonimo di Piero (Torino, 1946Torino, 2011), è stato un ceramista italiano.

Indice

Biografia


Nasce a Torino nel 1946, dove vive e lavora per l’intera esistenza sino alla morte , in particolare a partire dagli anni 70 creerà nel suo studio-laboratorio di via Principe d’Acaja, la sua opera spazierà dalla pittura alla scultura e in particolare alla ceramica.

Dopo studi inerenti la pittura diviene allievo e collaboratore dello zio materno Pietro(Piero) Martina, tra i più attivi pittori ed insegnati d'arte subalpini a cavallo della seconda guerra mondiale. Inizia così per Cerato il percorso artistico-creativo sino ad intraprendere studi e sperimentazioni plastiche con ceramica e metalli(bronzo e rame in primis) .

Percorso artistico


L’astrattismo delle sue opere modellate a impronta correlate ad un approccio materico-realistico nella ripetizione dei suoi soggetti ricorrenti (cavalieri medievali e guerrieri pellerossa, artisti circensi e Alpini) lo portano ad un rapido interesse da parte di critica e pubblico per il suo "surrealismo sognate[...]quel figurativo che tende sempre più all'essenziale"[1], esordisce infatti giovanissimo nel 1970  con una mostra personale allestita nelle sale dell'Istituto San paolo di Torino. Le sue opere risultano svuotate ridotte a sagome cave,[....] un drammatico modo per scompaginare la forma ed esaltare lo spirito[2].

L'arte sacra


Un capitolo a parte merita poi l'arte sacra che in Cerato si concretizza oltre alle opere "istituzionali" tra cui gli stimati pannelli-scultura a cera dell'altare di S.Onorato di Amiens nel duomo di Torino del 1978[3] , i suoi crocifissi "scarnificati",ma anche nei suoi identificativi ed apprezzati presepi alcuni dei quali in esposizione permanente in molti luoghi sacri.

Esposizioni


Tra le innumerevoli esposizioni personali oltre la già citata prima dell'Istituto S.Paolo certamente da ricordare l'esposizione del settembre 1977 al centro studi di Bruxell, oltre ad esporre in molte collettive di ceramica a Castellamonte e ad alcune edizioni delle Biennali di Arte Sacra di Roma, Bologna e Milano.Tra le esposizioni personali forse la più riconosciuta e stupefacente per critica fu la monotematica sulle scacchiere alla galleria dell'Accademia del 1981-82 (Difficile correre dietro alle invenzioni di Cerato[...] Ecco un'altra invenzione, le scacchiere, un mondo fantastico di re,regine,alfieri,cavalli e torri e soldati[...] Un Cerato fantastico! [4]),Nel 2006 la città di Asiago realizza la rassegna “Omaggio a Piero Cerato e Ugo Nespolo”, con oltre 50 opere dei due artisti a confronto [5]

Note


  1. ^ Aldo Spinardi,"Verso un sognante surreale si evolve Piero Cerato,Scultore", Invito all'esposizione di P.Cerato Ed. accademia Albertina, Torino 1979
  2. ^ Gian Girgio Massara, Per un'immagine distrutta, Invito all'esposizione di P.Cerato Ed. accademia Albertina, Torino 1979
  3. ^ Cattedrale di Torino cenni storici , su chieseitaliane.chiesacattolica.it.
  4. ^ Vittorio Bottino, invito alla mostra scacchiere d'autore ,Ed Galleria dell'Accademia , Torino 1981
  5. ^ esposizione Cerato Nespolo Città di Asiago , su asiago.to.








Categorie: Ceramisti italiani | Nati nel 1946 | Morti nel 2011 | Nati a Torino | Morti a Torino | Scultori italiani | Pittori italiani








Data: 22.05.2020 01:34:01 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.