Statolder


Col termine Statolder (in olandese: Stadhouder) si individua una carica esistita dalla metà del XV secolo al 1795 nella regione dei Paesi Bassi, con la quale veniva designato il luogotenente civile del sovrano e, con l'indipendenza della Repubblica delle Sette Province Unite, il luogotenente degli Stati Generali.

Storia


Lo stesso argomento in dettaglio: Lista degli statolder dei Paesi Bassi.

In origine governatore di nomina regia dei Paesi Bassi Spagnoli, la carica di Statolder divenne con Guglielmo il Taciturno anche capo dell'esecutivo nominato dagli Stati Generali della Repubblica delle Sette Province Unite. La carica subì una prima abolizione nel 1654 in accordo alle clausole del trattato di Westminster con il Commonwealth di Cromwell, per poi essere ripristinata nel 1672 con l'ascesa di Guglielmo III d'Orange, futuro re d'Inghilterra, Scozia e Irlanda. L'incarico venne cancellato una seconda volta nel 1702 e nuovamente ripristinato nel 1747 divenendo ereditario, come governatore di tutte le province e assumendo il nome di Stadhouder-generaal o erfstadhouder.

La carica fu abolita dai rivoluzionari francesi che presero il controllo dell'area tra il 1794 e il 1795. L'ultimo statolder della Repubblica delle Sette Province Unite fu Guglielmo V di Orange-Nassau che si rifugiò in Inghilterra. Nei Paesi Bassi spagnoli, la carica aveva perso sempre più di importanza ed era stata via via già abolita tra il XVI e il XVII secolo. Quando nel 1815, alla fine del periodo napoleonico, col Congresso di Vienna, venne creato il Regno Unito dei Paesi Bassi, vi fu messo a capo in qualità di sovrano, Guglielmo I dei Paesi Bassi. Unica eccezione fu il Lussemburgo indipendente e non incorporato nel regno, governato dagli Orange-Nassau per unione personale. Qui la carica di statolder fu restaurata ed esistette fino al 1890, ovvero fino a quando, a causa della esistenza in Lussemburgo della legge salica, gli Orange-Nassau persero il titolo a favore di un ramo cadetto della famiglia per assenza di eredi maschi.

Voci correlate


Collegamenti esterni


Controllo di autoritàGND (DE4057007-1









Categorie: Storia del Belgio | Storia del Lussemburgo | Storia dei Paesi Bassi | Repubblica delle Sette Province Unite | Statolder dei Paesi Bassi




Data: 28.11.2020 02:19:31 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.