Synecdemus


Synecdemus
Titolo originaleSynekdemos
Altri titoliPeregrinazione
AutoreIerocle
1ª ed. originale527-534 d.C.
Generetrattato
Sottogeneregeografia, catalogo di città
Lingua originalegreco antico

Synecdemus (in greco Συνέκδημος, Synekdemos, "Peregrinazione") è un'importante opera geografica bizantina del VI secolo contenente le eparchie (suddivisioni amministrative) dell'impero bizantino, con l'elenco delle città contenute in ciascuna di esse.

Indice

Storia


L'opera viene attribuita a Ierocle (greco: Ἱεροκλῆς; in lingua latina: Hierocles Grammaticus) ed è stata composta durante il regno di Giustiniano I, prima tuttavia del 535 in quanto le 912 città dell'impero elencate sono distribuite in 64 eparchie. Il Synecdemus è una delle opere più preziose in nostro possesso per conoscere la geografia politica orientale del VI secolo. L'opera di Ierocle, insieme a quella di Stefano di Bisanzio, è la principale fonte dell'opera di Costantino VII sui themata (De thematibus). Edizioni critiche dell'opera di Ierocle sono apparse a cura di Gustav Parthey e August Burckhardt. Un importante studio sul Synecdemus, con la traduzione in lingua francese, apparve nel 1939 a cura di Ernest Honigmann.

Il Synecdemus di Ierocle non va confuso con il libro di preghiere omonimo della Chiesa greco-ortodossa.

Edizioni


Bibliografia


Altri progetti


Wikisource contiene il testo completo di Synecdemus

Collegamenti esterni


Controllo di autoritàVIAF (EN292706827  · BNF (FRcb13596301x (data)









Categorie: Saggi del VI secolo | Saggi in greco antico | Opere letterarie greco-bizantine




Data: 28.11.2020 04:37:28 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.