Terremoti anteriori al XX secolo - it.LinkFang.org

Terremoti anteriori al XX secolo




Voce principale: Lista di terremoti.

Questa lista contiene i principali terremoti disastrosi avvenuti nel mondo prima del XX secolo.

Date Luogo Magnitudo Vittime Dettagli
1831 a.C. Monte Tai, Shandong (Cina) ?
464 a.C. Sparta (Grecia) 7,2 Richter 20.000 dettagli
226 a.C. Rodi (Grecia) X Mercalli ? dettagli
91 a.C. Modena e Reggio Emilia (Italia) dettagli
60 a.C. Portogallo e costa della Galizia 8,5 Richter [1]
17 Asia minore Distrutte diverse città
9 aprile 37 Antiochia di Siria Distruzione della città[2]
5 febbraio 62 Stabiae e aree limitrofe dettagli
24 agosto 79 Area vesuviana (Italia)[3] migliaia dettagli
Scavi archeologici di Pompei
Scavi archeologici di Ercolano
Scavi archeologici di Stabia
110 Yunnan (Cina) migliaia
13 dicembre 115 Antiochia 7.5 richter 260.000
21 luglio 365 Creta (Grecia) XI Mercalli migliaia dettagli [1]
21 luglio 369 Benevento (Italia) migliaia dettagli
382 Cabo de São Vicente (Portogallo) 7.5 Richter [1]
19 maggio 526 Antiochia (Siria) VIII Mercalli 250 000 dettagli
6 luglio 551 Beirut (Libano) 7.5 Richter 30 000 [1]
24 novembre 847 Damasco (Siria) X Mercalli 70 000
856 Corinto (Grecia) 45 000
22 dicembre 856 Damghan (Iran) 200 000 dettagli
13 luglio 869 Sendai (Giappone) 8,6-9,0 Richter 1 000
23 marzo 893 Ardabil (Iran) 150 000 dettagli
28 dicembre 893 Dvin (Armenia) 30 000
12 agosto 1042 Palmira, Baalbek (Siria) >VIII Mercalli 50 000
18 marzo 1068 Egitto, Penisola Arabica 7,0 Richter 20 000
3 gennaio 1117 Italia settentrionale
(Epicentro a Verona)
6,4 Richter 30 000 circa dettagli
11 ottobre 1138 Aleppo (Siria) 8,5 Richter
XI Mercalli
230 000 dettagli
12 agosto 1157 Siria 7,2 Richter decine di migliaia
4 febbraio 1169 Sicilia orientale (Italia) X Mercalli 15 000 circa
29 giugno 1170 Mediterraneo orientale
(Siria, Libano, Turchia centromeridionale)
7,3-7,5-7,7 Richter 110 000
20 maggio 1202 Mediterraneo
(Inclusi la Siria, l'Egitto settentrionale e il Medio Oriente) [1]
7,6 Richter 1 100 000[4] dettagli
1268 Cilicia, Anatolia (Turchia) 7,0 Richter 60 000 dettagli
27 settembre 1290 Hebei (Cina) 6,7 Richter 100 000
26 maggio 1293 Kamakura (Kantō, Giappone) 7,1 Richter 23 024
25 luglio 1303 Provincia di Shanxi, Cina 8,0 Richter 200 000 dettagli
25 gennaio 1348 Carinzia (Austria), Friuli settentrionale (Italia) 6,9 Richter 10 000 dettagli
9 settembre 1349 Appennino centrale (Italia) 6,3 Richter
X Mercalli
1 000 e oltre
18 ottobre 1356 Basilea (Svizzera) 6,2 Richter 1 000
2 febbraio 1428 Catalogna (Spagna) VIII-IX Mercalli 100 circa
5 dicembre 1456 Italia centro-meridionale X Mercalli 30 000 dettagli
26 novembre 1461 L'Aquila (Italia) 6,5 Richter
IX-X Mercalli
150 circa dettagli
3 maggio 1481 Rodi (Grecia) 7,1 Richter 30 000 dettagli
26 gennaio 1531 Lisbona (Portogallo) 6,9 Richter 30 000
23 gennaio 1556 Shaanxi (Cina) 8,2-8,3 Richter 830 000 e oltre dettagli
16 dicembre 1575 Valdivia (Cile) 8,5 Richter
6 aprile 1580 Calais (Francia), Kent (Inghilterra), Fiandre 5,7-5,8 Richter 2 dettagli
13 luglio 1605 Qiongshan (Hainan, Cina) 7,5 Richter 3 000
30 luglio 1627 Capitanata, Campania (Italia) XI Mercalli 5 000
27 marzo 1638 Calabria (Italia) 6,8 Richter
XI Mercalli
10 000 e oltre dettagli
8 giugno 1638 Crotonese (Calabria, Italia) 6,6 Richter
X Mercalli
1 000 e oltre dettagli
23 luglio 1654 Sorano, Valle di Comino, Marsica (Italia) 6,3 Richter
IX-X Mercalli
3 000 [5]
6 novembre 1659 Calabria (Italia) IX-X Mercalli 2 000 dettagli
6 aprile 1667 Ragusa (Croazia) 7,2 Richter 3 000
25 novembre 1667 Shemakha (Azerbaigian) XII Mercalli 80 000
17 agosto 1668 Anatolia (Turchia) 8,0 Richter 8 000
5 giugno 1688 Sannio (Italia) XI Mercalli 2 115 dettagli
7 giugno 1692 Port Royal (Giamaica) 7,0 Richter
X Mercalli
2 000 e oltre
11 gennaio 1693 Val di Noto, Sicilia, Calabria (Italia) 7,4 Richter
XI Mercalli
60 000 dettagli [1]
8 settembre 1694 Irpinia (Italia) 6,9 Richter
XI Mercalli
6 000 circa dettagli
26 gennaio 1700 Zona di subduzione della Cascadia
(costa pacifica tra il Canada meridionale e la California)
9,0 Richter
14 gennaio 1703 Abruzzo, Marche, Umbria (Italia) 6,5 Richter migliaia
2 febbraio 1703 L'Aquila (Italia) 6,7 Richter
XI Mercalli
6 000 dettagli
3 novembre 1706 Majella (Italia) 6,6 Richter
IX-X Mercalli
1 000 circa dettagli
28 ottobre 1707 Giappone 8,6 Richter 5 000 dettagli
18 novembre 1727 Tabriz (Iran) 77 000
1730 Pechino (Cina) 6,5 Richter 100 circa
20 marzo 1731 Foggia (Puglia, Italia) 6,3 Richter
IX Mercalli
2 000 e oltre dettagli
29 novembre 1732 Irpinia (Italia) X-XI Mercalli 2 000 circa dettagli
16 ottobre 1737 Kamčatka (Russia) 9,3 Richter
28 ottobre 1746 Callao (Perù) 8,0-9,5 Richter
XI Mercalli
5 000
7 giugno 1755 Persia settentrionale 5,9 Richter 40 000
1º novembre 1755 Lisbona (Portogallo) 8,7 Richter 80 000 dettagli [1]
25 novembre 1759 Mediterraneo orientale 7,4 Richter 1 000 circa
3 giugno 1770 Haiti 7,5 Richter 250 dettagli
28 febbraio 1780 Iran 7,4 Richter 200 000
5 febbraio 1783 Calabria, Sicilia (Italia) 6,9 Richter
XI Mercalli
50 000 circa dettagli
4 febbraio 1797 Riobamba (Ecuador) 8,3 Richter 6 000-40 000 dettagli
10 febbraio 1797 Sumatra (Indonesia) 8,4 Richter 300
26 ottobre 1802 Romania 7,9 Richter 3
26 luglio 1805 Molise (Italia) 6,5 Richter
X Mercalli
5 573 dettagli
16 febbraio 1810 Creta 7,5 Richter 2 000
16 dicembre 1811 New Madrid (Missouri) 8,1 Richter 270
8 dicembre 1812 Wrightwood (California) 7,0 Richter 42
16 giugno 1819 Gujarat (India) 7,7-8,2 Richter 1 500
5 settembre 1822 Aleppo (Asia Minore) 22 000
18 dicembre 1828 Echigo (Giappone) 30 000
25 novembre 1833 Sumatra (Indonesia) 8,7-9,2 Richter numerose [1]
20 febbraio 1835 Concepción (Cile) 8,2 Richter 50 + dettagli
1º gennaio 1837 Galilea (Palestina) >7,0 Richter 6 000-7 000
1838 Penisola di Osa (Costa Rica) 8,3 Richter ?
8 maggio 1847 Chubu (Giappone) 7,4 Richter 8 600 e oltre
24 dicembre 1854 Honshū (Giappone) 8,4 Richter 2 000 [1]
23 gennaio 1855 Wairarapa (Nuova Zelanda) 8,0 Richter 4
11 novembre 1855 Kantō, Giappone 6,9 Richter 7 000
9 gennaio 1857 California (Stati Uniti) 7,9 Richter 1
16 dicembre 1857 Campania, Basilicata (Italia) 6,9 Richter
IX Mercalli
11 000 e oltre dettagli
16 febbraio 1861 Sumatra (Indonesia) 8,5 Richter 905 [1]
3 aprile 1868 Hawaii 7,9 Richter 77
13 agosto 1868 Arica (Perù/Cile) 8,5/9,0 Richter 25 000 dettagli
16 agosto 1868 Ecuador, Colombia 6,3/6,7 Richter 70 000
21 ottobre 1868 Hayward (California, Stati Uniti) 6,8 Richter 30
26 marzo 1872 California (Stati Uniti) 7,6 Richter 27
3 aprile 1872 Antiochia (Turchia) 7,5 Richter 1 000 e oltre
15 dicembre 1872 Washington 7,3 Richter
23 novembre 1873 California, Oregon (Stati Uniti) 7,3 Richter
18 maggio 1875 Cúcuta (Colombia) 7,5 Richter 10 000 +
10 maggio 1877 Iquique (Cile) 8,8 Richter 2 541
9 settembre 1880 Zagabria (Croazia) 6,2 Richter 1
3 aprile 1881 Isola di Chio (Grecia) 7,3 Richter 7 866
28 luglio 1883 Casamicciola, Isola d'Ischia (Italia) 5,2 Richter
XI Mercalli
2 313 dettagli
31 agosto 1886 Carolina del Sud (Stati Uniti) 7,3 Richter 60
23 febbraio 1887 Diano Marina (Liguria, Italia) 6,5 Richter
X Mercalli
644 dettagli
1º settembre 1888 Nord di Canterbury (Nuova Zelanda) 7,0-7,3 Richter
27 ottobre 1891 Tokai (Giappone) 8,0 Richter 7 273 dettagli
17 novembre 1893 Quchan (Iran) 6,6 Richter 18,000
14 ottobre 1895 Lubiana (Austria-Ungheria) 6,1 Richter pochi dettagli
15 giugno 1896 Costa pacifica al largo di Sanriku (Tohoku, Giappone) 8,5 Richter[6] 22 000
12 giugno 1897 Assam (India) 8,3 Richter 1 500 dettagli
10 settembre 1899 Alaska 8,0 Richter

Note


  1. ^ a b c d e f g h i j Con Tsunami
  2. ^ Downey 2015, pag. 89.
  3. ^ Terremoto causato dalla catastrofica eruzione del Vesuvio che seppellì le città di Pompei, Ercolano e Stabiae.
  4. ^ Inclusa la conseguente carestia.
  5. ^ Il terremoto del Sorano del 24 luglio 1654 , INGV. URL consultato il 9 novembre 2019.
  6. ^ Dato approssimativo.

Bibliografia


Voci correlate










Categorie: Liste di storia | Terremoti per secolo








Data: 20.05.2020 08:04:49 CEST

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-by-sa-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.