Tiro libero


Il tiro libero è una sanzione prevista dal regolamento in alcuni sport di squadra.

Indice

Pallacanestro


Nella pallacanestro, il tiro libero è la sanzione prevista nel caso in cui la difesa commetta un fallo nel momento in cui un avversario tira, in seguito ad un fallo tecnico, antisportivo o da espulsione o per ogni fallo commesso dopo il bonus, tranne quelli commessi in attacco. L'arbitro ha la facoltà di assegnare:

In questi casi viene consentito al giocatore che ha subito il fallo di tirare dall'interno della lunetta del tiro libero. Lungo le linee che congiungono la lunetta al bordo del campo, si sistemano alla sinistra del giocatore 2 avversari e un compagno di squadra in modo alternato; alla destra un avversario e un compagno di squadra lasciando libero lo spazio tra le prime due tacche presenti nelle linee. In questo modo, nel caso in cui l'ultimo tiro libero non entri nel canestro, sia gli avversari che i compagni di squadra possono tentare di recuperare la palla e iniziare una nuova azione. Se invece l'ultimo tiro va a segno, si effettua la rimessa dalla linea di fondo campo. Ogni tiro libero vale un punto[1].

Il Guinness dei primati riporta due record legati ai tiri liberi: Ted Saint Martin realizzò 5221 tiri liberi consecutivi il 28 aprile 1996 a Jacksonville; Jim Connolly ne totalizzò 280 su 326 in 10 minuti il 12 ottobre 1998 a Pacifica[2].

Calcio a 5


Lo stesso argomento in dettaglio: Tiro libero (calcio a 5).

Nel calcio a 5, il tiro libero è la sanzione prevista quando una squadra commette sei falli diretti in un tempo (nel secondo tempo i falli vengono azzerati). In caso di supplementari i falli non vengono azzerati, come tra il primo e secondo tempo, ma restano quelli commessi nel secondo tempo. Il punto è situato a una distanza di 10 m dal centro della linea di porta. Nel caso in cui il sesto fallo venga commesso a una distanza inferiore ai 10 m, il giocatore, può decidere di batterlo nel punto dove è stato effettuato il fallo.

Note


  1. ^ Regolamento tecnico ufficiale della pallacanestro 2006 Archiviato il 12 novembre 2015 in Internet Archive., 1º ottobre 2006.
  2. ^ Guinness World Records 2002. Milano, Mondadori, 2001. ISBN 88-04-49721-1.

Altri progetti


Collegamenti esterni


Controllo di autoritàLCCN (ENsh96004202









Categorie: Terminologia cestistica | Terminologia del calcio a 5




Data: 29.11.2020 12:28:46 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.