Vento dell'est


Vento dell'est
Una scena del film
Titolo originaleLe vent d'est
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia, Italia
Anno1970
Durata95 min
Generedrammatico, western
RegiaJean-Luc Godard, Jean-Pierre Gorin
SoggettoGruppo Dziga Vertov
SceneggiaturaJean Luc Godard, Sergio Bazzini, Daniel Cohn-Bendit
ProduttoreGruppo Dziga Vertov
Produttore esecutivoGruppo Dziga Vertov
Casa di produzionePolifilm, Anouchka Film, CCC Filmkunst
Distribuzione in italianoD.A.E.
FotografiaMario Vulpiani
MontaggioEnzo Micarelli
Interpreti e personaggi

Vento dell'est (Le Vent d'est) è un film del Gruppo Dziga Vertov attribuibile a Jean-Luc Godard, Jean-Pierre Gorin e a Gérard Martin, del 1970.

Indice

Trama


Una ragazza italiana presunta rivoluzionaria in realtà cade preda dell'ideologia borghese.

Produzione


Nel 1969 Godard, Roger e Wiazemsky partono insieme al leader studentesco Daniel Cohn-Bendit per Roma, dove hanno intenzione di lavorare a un "western politico", o meglio un "western gauchiste spaghetti", con Gian Maria Volonté come attore protagonista. Nel progetto di Vento dell'est viene coinvolto anche il regista Marco Ferreri attivista di Lotta Continua. I finanziamenti sono importanti, 220,000 dollari, il budget più alto di cui Godard abbia disposto fino a questo momento.[1] Jean-Pierre Gorin non può partecipare, è ricoverato a Parigi per un incidente in motocicletta, ma arriverà quando le riprese sono ancora in corso per correggere le posizioni troppo “anarchiche” di Cohn-Bendit.

Il risultato è un pot-pourri senza capo né coda, con la star Volonté sottoutilizzata e filmata come una comparsa qualsiasi. Esasperata dall'influenza che i dogmatici giovani maoisti hanno sul marito, Anne Wiazemsky se ne va con un altro uomo e Godard rientra a Parigi nel giugno 1969, in preda alla depressione; dopo un maldestro tentativo di suicidio con barbiturici, cerca anche di gettarsi dalla finestra, bloccato all'ultimo momento da un amico che passa per caso.[2] Il caos di materiale girato acquista finalmente la forma di film nei quattro mesi di montaggio a cura di Godard e Gorin.

Critica


Note


  1. ^ de Baecque, 2010, p. 452.
  2. ^ de Baecque, 2010, p. 458.

Bibliografia


Collegamenti esterni











Categorie: Film francesi del 1970 | Film italiani del 1970 | Film sperimentali e d'avanguardia | Film diretti da Jean-Luc Godard | Film politici | Spaghetti western




Data: 28.11.2020 11:45:19 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.