Villeado di Brema


San Villeado di Brema
 
Nascitaverso il 740
Morte789
Venerato daChiesa cattolica, Chiese ortodosse
Ricorrenza8 novembre

Villeado, Willehad in tedesco (Northumbria, 735 / 744Blexen, 8 novembre 789), è stato un vescovo britannico, missionario dapprima in Frisia, quindi presso i sassoni. Fu il primo vescovo di Brema. Il suo nome significava "il volitivo combattente".

Indice

Biografia


Inglese di nascita, divenne sacerdote in patria ma decise di dedicarsi alla missione di convertire i pagani sul continente. Nel 772 si recò quindi in Frisia nella zona di Dokkum. Qui scampò per poco alla morte e dovette andarsene; si recò quindi a predicare nella zona della Drenthe, ma anche da questo territorio dovette andarsene dopo essere stato assalito e ferito seriamente da numerosi pagani. Dal 780 andò in missione, dietro richiesta di Carlo Magno nella zona del Basso Weser (Unterweser), ma a seguito di una rivolta dei Sassoni nel 782 dovette fuggire anche da quella zona. Recatosi in pellegrinaggio a Roma, trascorse poi due anni nell'abbazia di Echternach. Dopo il battesimo del capo sassone Vitichindo, avvenuto nel 785, Villeado tornò al suo primitivo territorio di missione, assumendo Brema come base per i suoi spostamenti. Il 13 luglio 787 venne consacrato vescovo. Sul modello del sistema ecclesiastico della Northumbria, egli fece condurre l'attività pastorale a giovani preti. Le istituzioni ecclesiastiche allora nella zona compresa fra l'Elba e il Weser erano rare. Fu lui a fondare la diocesi di Brema.

Il giorno di Ognissanti del 789 egli consacrò il primo duomo di Brema, allora ancora costruito in legno. Una settimana dopo morì a Blexen di una violenta febbre.[1] Dapprima la sua salma venne inumata in una cappella mortuaria. Successivamente venne eretta un'apposita chiesetta per ospitare i suoi resti. Nell'860 l'arcivescovo Angario li fece traslare nel duomo.[2]

Culto


Egli venne poi dichiarato santo ed i suoi resti furono venerati come reliquie.[3]

Ai tempi della riforma protestante tuttavia esse andarono perdute con la sola eccezione di un reliquiario a "noce di cocco", che fu trasferito nel tesoro della Cattedrale di Münster.[4]

Note


  1. ^ (DE) Willehad. Das Leben des hl. Willehad, Bischof von Bremen, und die Beschreibung der Wunder an seinem Grabe. Carl Schünemann Verlag, Bremen 1982, S. 65
  2. ^ (DE) Willehad. Das Leben des hl. Willehad, Bischof von Bremen, und die Beschreibung der Wunder an seinem Grabe. Carl Schünemann Verlag, Bremen 1982, S. 14 und 17
  3. ^ Il successore di Villeado, Ansgaro, narra di una serie di miracoli che si sarebbero verificati a seguito di pellegrinaggi compiuti alla sua tomba nel duomo di Brema.
  4. ^ (DE) Willehad. Das Leben des hl. Willehad, Bischof von Bremen, und die Beschreibung der Wunder an seinem Grabe. Carl Schünemann Verlag, Bremen 1982, S. 17

Bibliografia


Altri progetti



Collegamenti esterni


Predecessore Vescovo di Brema Successore
diocesi di nuova istituzione 787 - 789 Willerich di Brema
789837
Controllo di autoritàVIAF (EN4100163  · ISNI (EN0000 0000 3978 6160  · LCCN (ENn90708480  · GND (DE139144250  · CERL cnp01197428  · WorldCat Identities (ENlccn-n90708480









Categorie: Vescovi britannici | Morti nel 789 | Morti l'8 novembre | Santi per nome | Santi britannici dell'VIII secolo | Vescovi e arcivescovi di Brema




Data: 24.01.2021 04:02:49 CET

Sorgente: Wikipedia (Autori [Cronologia])    Licenza: CC-BY-SA-3.0

Modifiche: Tutte le immagini e la maggior parte degli elementi di design correlati a questi sono stati rimossi. Alcune icone sono state sostituite da FontAwesome-Icons. Alcuni modelli sono stati rimossi (come "l'articolo ha bisogno di espansione) o assegnati (come" note "). Le classi CSS sono state rimosse o armonizzate.
Sono stati rimossi i collegamenti specifici di Wikipedia che non portano a un articolo o una categoria (come "Redlink", "collegamenti alla pagina di modifica", "collegamenti a portali"). Ogni collegamento esterno ha un'icona FontAwesome aggiuntiva. Oltre ad alcuni piccoli cambiamenti di design, sono stati rimossi i media container, le mappe, i box di navigazione, le versioni vocali e i geoformati.

Notare che Poiché il dato contenuto viene automaticamente prelevato da Wikipedia in un determinato momento, una verifica manuale è stata e non è possibile. Pertanto LinkFang.org non garantisce l'accuratezza e l'attualità del contenuto acquisito. Se ci sono informazioni che al momento sono sbagliate o che hanno una visualizzazione imprecisa, non esitate a Contattaci: e-mail.
Guarda anche: Impronta & Politica sulla riservatezza.